C’era una volta, gli autori di Lost nel mondo delle fiabe

Cosa succederebbe se Biancaneve e gli altri personaggi delle favole si trovassero intrappolati in una sinistra cittadina del Maine, senza ricordare nulla del proprio passato?

Lo scopriremo la sera di Natale su Fox.

Adam Horowitz e Eddie Kitsis hanno dichiarato di aver pensato a Once Upon a Time (in italiano C’era una Volta) addirittura prima di Lost.

Hanno però aspettato la fine della serie di culto sui naufraghi del volo 815 prima di dedicarsi a questo progetto targato ABC.

Nel mondo delle fiabe

L’antefatto è più o meno questo: nel mondo delle fiabe Biancaneve e il Principe Azzurro si sono appena sposati e aspettano il loro primogenito.

Sembra che tutto stia volgendo verso il classico lieto fine, ma l’idillio viene improvvisamente spezzato dalla Regina Cattiva che, senza pensarci due volte, con un terribile incantesimo cancella loro la memoria e li spedisce (insieme agli altri più famosi personaggi delle favole) nel peggiore dei mondi possibili: il nostro.

Da Boston a Storybrooke

Ventotto anni dopo a Boston, nel nostro presente, facciamo la conoscenza di una ragazza di nome Emma Swan.
Anima solitaria, cacciatrice di taglie per mestiere, si sta apprestando a festeggiare il suo ventottesimo compleanno seguendo il solito copione: sola, davanti a una candelina e a troppi desideri inespressi.

Jennifer Morrison nei panni di Emma Swan

Ma proprio quella sera una sconvolgente rivelazione cambierà per sempre la sua vita: alla porta si presenta Henry, il figlio che 10 anni prima aveva dato in adozione e che dopo una lunga ricerca è riuscito a trovarla.
In mano ha uno strano libro e una storia misteriosa e affascinante da raccontare.

Lana Parrilla è la Regina Cattiva

Emma si offrirà di riaccompagnarlo nel luogo in cui vive con la madre adottiva: Storybrooke, nello stato del Maine, sinistra cittadina che sembra sospesa nel tempo.
Qui incontreremo altri personaggi chiave nella trama: la maestra, il sindaco, lo psicologo, che altro non sono che i noti personaggi delle favole, vittime della maledizione e ignari del loro ‘illustre’ passato.

Scopriremo chi è davvero Emma Swan, qual è il suo legame con la storia e quanto sarà fondamentale il suo ruolo per rimettere a posto le cose.

I personaggi principali

Da segnalare in questo periodo un ritorno agli archetipi delle fiabe, alla narrativa di evasione, anche se in una versione più dark rispetto alle controparti originali.
Oltre a C’era Una Volta sta andando in onda anche la serie crime Grimm, mentre al cinema debutteranno presto due progetti ispirati a Biancaneve e uno a Cenerentola.

C’era Una Volta ha le capacità per farsi apprezzare anche da chi solitamente non ama le storie fantasy, proprio per la rielaborazione in chiave moderna della storia, che offre un intreccio in gran parte ambientato ai giorni nostri.

E chissà se ‘nel peggiore dei mondi possibili’ il lieto fine sarà d’obbligo come nei famosi racconti che hanno allietato la nostra infanzia.

chevron_left
chevron_right