TEATRIaperti: l’arte contro la crisi

Il 24 ed il 25 settembre va in scena TEATRIaperti, il festival che investe su cultura, giovani ed arte.

L’edizione di quest’anno punta i riflettori soprattutto sul teatro percepito come luogo di incontro e comunicazione. In altre parole, lo spettacolo come àncora contro la crisi economica e sociale che sta allagando il mondo contemporaneo.

Moltissimi i teatri prestigiosi coinvolti: da quello della Limonaia al Maggio Musicale Fiorentino, passando per Le Laudi, il Puccini, il Sashall, ed altri. Ogni teatro ospiterà una o più rappresentazioni.

Tra le novità degne di nota quest’anno l’Odissea, spettacolo anomalo rispetto alla storia tradizionale che conosciamo. Questa Odissea infatti, parte dalle storie degli attori, storie di viaggi clandestini di mare e terra. Lo spettacolo, non a caso, è il risultato di un anno di lavoro con 20 attori / detenuti italiani e stranieri. Al Teatro Comunale dell’Antella va in scena l’Amleto di Dogg, straordinaria riscrittura del capolavoro di Shakespeare dello sceneggiatore Tom Stoppard. Per gli amanti delle piroette invece, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino dà la possibilità di assistere ad una lezione aperta di danza classica, proprio in quelle sale dove il corpo di ballo si allena quotidianamente.

La manifestazione guarda anche ai più piccoli: a Palazzo Vecchio, ad esempio, un elfo darà vita ad una sorta di workshop, guidando i ragazzi alla scoperta della struttura e delle immagini dipinte. Numerosi anche i laboratori: per i bambini da 7 a 10 anni, il programma consiglia La fantastica valigia del dott. Ballerini, un’iniziativa alla scoperta del corpo e del movimento attraverso giochi e racconti.

Il Festival comprende infine l’assegnazione del Premio Franco Di Francescantonio, che incoraggia le giovani compagnie. Di queste, le finaliste scelte si esibiranno al Teatro della Pergola il 23 settembre, e solo una riceverà l’ambito riconoscimento.

Il miglior modo per godere di tutto ciò? Correre a fare la TEATRIcard, una tessera di riconoscimento che, al costo di soli 6 euro, permette non solo l’accesso alle varie manifestazioni di questi due giorni, ma anche sconti presso librerie, negozi di dischi, locali e ristoranti convenzionati. Il rapporto qualità prezzo ci sembra ottimo, per cui consigliamo vivamente di andare a gettare un’occhiata su questo magnifico programma.

chevron_left
chevron_right