Lo Schiaccianoci del Balletto di Sofia sbarca a Firenze

La Compagnia bulgara Balletto di Sofia fa tappa a Firenze con un grande appuntamento, in data unica, mercoledì 21 dicembre al Teatro Verdi.

(di Mara Marchi)

Una fiaba per far sognare grandi e piccini, uno spettacolo di grande tradizione per rendere ancora più magica l’atmosfera del Natale alle porte. È Lo Schiaccianoci di Pëtr Il’ič Čajkovskij, che andrà in scena diretto dall’emerita maestra Mariana Zaharieva con le coreografie di Marius Petipa. Il balletto in due atti si ispira ad un racconto dello scrittore romantico Ernst Theodor Amadeus Hoffman e vede in scena il corpo di ballo bulgaro costituitosi nel 2008 a Sofia.

È la sera della vigilia di Natale. Nella casa del borgomastro di Norimberga Clara e Fritz, i suoi due figli, stanno addobbando l’albero. Arrivano gli invitati: gli amichetti dei due bambini e i loro genitori. Giunge anche Drosselmeyer, un vecchio amico di famiglia nonché padrino di Clara che, travestito da mago, ha portato doni per tutti. Per Clara c’è un dono speciale: uno schiaccianoci a forma di soldatino che Fritz, geloso, strappa dalle mani della sorella e butta per terra rompendolo. Dolcemente Drosselmeyer lo aggiusta strappando un sorriso a Clara, mentre i bambini riprendono a fare baldoria ed i genitori cercano di riportare la calma. È l’ora di andare a dormire. Clara si addormenta abbracciando il suo schiaccianoci e sogna…

Lo Schiaccianoci rimane un classico, una storia dedicata all’infanzia ovvero al delicato e spensierato atto del crescere, ma anche al difficoltoso abbandono del mondo dei giochi e delle sicurezze, al superamento di quella “linea d’ombra” che segna il passaggio verso l’adolescenza. Tuffiamoci in uno scenario da sogno, dove ancora tutto è possibile, dove un dono inaspettato può regalare notti magiche e indimenticabili.

chevron_left
chevron_right