Italia-Inghilterra: Europei? No, Campionati di improvvisazione teatrale

A Firenze il 13 marzo alla Flog s’improvvisa.

Le squadre si scaldano sul “palco” da Hockey, i giocatori presentati. Via con gli inni nazionali, fischio di inizio, e cartoncino in alto dell’arbitro che legge, di volta in volta, le modalità del match decise dal pubblico. Due squadre, un palco, il pubblico ed un arbitro: questi sono gli elementi indispensabili per un match di improvvisazione teatrale.

Nuova formula di teatro, nata a Montréal nel 1977 da un’idea di due attori canadesi, Robert Gravel e Yvon Leduc. Arrivano in Italia per la prima volta nell’89, proprio a Firenze, grazie a Francesco Burroni. Rapidamente sono nate scuole, corsi, leghe su tutto il territorio nazionale. All’attivo un titolo mondiale per la nostra nazionale, quello di France ’98, vinto a Lille improvvisando in francese e battendo i canadesi.

Ma siamo proprio sicuri che questa formula di teatro l’abbiano inventata i Canadesi? In Toscana già nel Trecento s’improvvisava, addirittura in ottava rima! Ma qui parliamo di Campionati mondiali. Dal 12 al 15 marzo le fasi eliminatorie. La nostra nazionale sfiderà gli Inglesi il 13 marzo: tutti a tifare Italia alla Flog.

chevron_left
chevron_right