Artimino Contemporanea

Movimenti vitali ad Artimino per l’ultimo appuntamento con la grande Arte contemporanea

Con la mostra Vital Gestures – Movimenti Vitali di Wessel Huisman si conclude la rassegna Artimino Contemporanea che tanto ci è piaciuta: dal 9 al 16 ottobre le tele dell’artista olandese saranno esposte nella storica villa medicea. Non perdere Artimino Contemporanea Con questa terza e ultima tappa termina Artimino Contemporanea, l’iniziativa promossa da Florence Biennale […]

Museo Novecento. A Firenze c’è

Se avessi un euro per quanto volte ho sentito dire che a Firenze non c’è niente a livello museale che parli di arte contemporanea, sarei ricca o quasi. Lo volevamo  da tempo un museo d’arte contemporanea in città e anche se, credo in molti, si aspettino anche di vedere riaperti gli spazi del Museo Alinari […]

Human, una mostra gratuita per riconquistare il Forte Belvedere

È aperta la terza grande mostra estiva al Forte Belvedere e pare essere quella destinata a portare o riportare tutti a vedere Firenze dall’alto. Firenze vista dal Forte Belvedere è diversa e, neanche a dirlo, è bellissima. Il Forte ha il fascino ambiguo di una villa pensata in epoca di fortezze e di queste ha […]

Al Forte Belvedere l’arte è in Prospettiva vegetale

Prospettiva vegetale è il titolo della mostra di Giuseppe Penone al Forte che non dovete perdere, un’esperienza visiva e sensoriale con Firenze protagonista. Dopo un lungo periodo, l’estate scorsa il Forte Belvedere ha riaperto con la suggestiva mostra di Zhang Huan, me la ricorderò come una mostra molto amata, me ne parlavano con toni entusiasti  […]

La scultura contemporanea quest’estate si impara in Toscana

Non c’è dubbio, è l’estate della scultura e non solo di quella antica. Fino a fine agosto tra Firenze, Pietrasanta e Pienza 4 mostre di scultura contemporanea che non dovreste perdere. Antony Gormley al Forte Belvedere Una grande mostra in un posto davvero bellissimo di cui Firenze si vuole riappropriare. Sir Antony Mark David Gormley […]

3 donne dagli anni ‘60 per la prima collettiva del museo Gucci

Al museo Gucci l’arte contemporanea è donna e viene dagli anni ‘60. Femminilità radicale è la prima collettiva dello spazio per l’arte contemporanea del museo. Lee Lozano, americana (1930-1999), Evelyne Axell, belga (1935-1972) e Alina Szapocznikow, polacca (1926-1973) sono le tre donne che un curatore d’eccezione, Martin Bethenod, direttore di Palazzo Grassi-Punta della Dogana a […]

Pagina successiva »