Aperte le iscrizioni a Firenze Marathon: fermate il mondo voglio correre

Straordinaria la maratona, straordinario il percorso. Il 27 novembre migliaia di entusiasti atleti e meno atleti, sfrecceranno tra ponti, piazze, viali. Si punta a superare il record di 10.000 podisti dell’anno scorso.

Settanta circa le nazionalità, annunciata anche la presenza del sindaco Renzi se non già impegnato per le primarie del Pd, massiccia e qualificata come sempre la presenza di sportivi africani. 42 km e 195 metri di forza fisica, resistenza e sudore, incorniciati da quel museo all’aperto che è Firenze. Tra i punti più suggestivi del passaggio dei maratoneti, quello alle Cascine e ovviamente quello su Ponte Vecchio, che sarà la cartolina a tutto fiato, trasmessa grazie alle tre ore di diretta garantite da Rai Sport.

Novità di quest’anno, il luogo della partenza. Stavolta si partirà dal lungarno Pecori Giraldi, nell’ampio slargo antistante la caserma dei Carabinieri, e non più, come avveniva negli ultimi anni, dal piazzale Michelangelo. Dopo la partenza i concorrenti eviteranno dunque lo spasmo del “toboga” del viale dei Colli e si immetteranno subito sugli ampi viali di circonvallazione, per poi lasciarseli presto alle spalle e avviarsi verso le Cascine, prima di attraversare il centro storico per dirigersi verso il trionfale arrivo in piazza Santa Croce.
Grande attesa per le atlete internazionali, l’anno scorso vinse l’etiope Tufa Firehiwot Dado davanti alla connazionale Meseret Mengistu e la russa Alena Samokhvalovn.

L’evento sportivo dell’anno arriva come sempre l’ultima domenica di novembre. Per assistere alla passerella delle cosce più guizzanti e resistenti del pianeta e per godersi Firenze costretta a meno auto per qualche ora.

chevron_left
chevron_right