Scuola Waldorf

Imparare vivendo: 3 cose da sapere sul metodo Steiner

Immagina una scuola dove si impara facendo, e anziché omologare si premia la creatività. Non è utopia, ma un metodo riconosciuto e dalla lunga storia: quello teorizzato da Rudolf Steiner nei primi anni del Novecento. 

«Il nostro obiettivo: elaborare una pedagogia che insegni ad apprendere, ad apprendere per tutta la vita dalla vita stessa.». Basta leggere questa sua frase per capire che il signor Steiner aveva le idee davvero chiare.

Per approfondire mi sono fatta spiegare meglio come funziona questo metodo pedagogico da chi lo mette in pratica ogni giorno, al Liceo dei Colli di Pozzolatico. Vediamo cosa c’è da sapere su un approccio che ha cambiato le regole dell’insegnamento. 

Scopri il Liceo dei Colli

Chi era Steiner

Filosofo e pedagogista, la sua influenza si estende in moltissimi campi, arrivando addirittura all’architettura. Ma è nell’approccio all’insegnamento che il lascito di questo intellettuale poliedrico si fa più sentire, ancora oggi.

Liceo dei Colli

Difficile scegliere quale citare tra i suoi tantissimi scritti, che spaziano da Schopenhauer a Goethe. Ma per conoscerlo non si può prescidendere da un titolo del 1894, che contiene in nuce tutto lo Steiner-pensiero: La filosofia della libertà

Insegnare è un’arte 

Ovvero la mela non cade lontano dall’albero. Se l’insegnante è entusiasta e di valore, il frutto del suo lavoro non potrà che essere positivo.

Liceo dei colli

Dimentica nozioni standard e omologazione: i riflettori sono puntati sull’attenzione all’individuo e sul coltivare negli studenti la creatività e l’immaginazione. E il capolavoro dell’insegnante artista sarà un allievo libero, nel pensiero e nell’azione; capace di farsi le domande e curioso nel cercare le risposte. 

La pedagogia Waldorf

La prima scuola aprì nel 1919, proprio sotto la direzione di Steiner. Adesso se ne contano centinaia in tutto il mondo, compreso appunto il liceo di Pozzolatico

Liceo dei colli

Il nome lo prendono da una fabbrica di Stoccarda, il cui proprietario fondò per i figli degli operai un istituto basato sul nuovo approccio pedagogico. La filosofia di base è rimasta la stessa: grande importanza ai lavori artistici e manuali, attenzione ad ogni ragazzo lungo il percorso e massimo valore all’individualità. 

Se questo metodo ti  incuriosisce e vuoi scoprire come si trasforma in esperienza formativa, l’appuntamento è il 1 febbraio al Liceo dei Colli, per un open day che ti chiarirà le idee. 

Scopri il Liceo dei Colli

Info e contatti 

Barbara Pucci 333 4652306
info@liceodeicolli.it
www.liceodeicolli.it

Open day

Al Liceo dei Colli – sabato 1 febbraio ore 15.00
Via Impruneta per Pozzolatico, 124 Loc. Pozzolativo – Firenze 

chevron_left
chevron_right