Pasticceria Laquale a Firenze, dolci di Pasqua

Dolci di Pasqua a Firenze? Le creazioni artigianali della Pasticceria Laquale

Dici Pasqua e leggi dolci. E anche a Firenze le festività pasquali vengono celebrate con i migliori dolci artigianali della tradizione, come le colombe e le uova della Pasticceria Laquale.

Le feste si avvicinano e l’appuntamento con Pasqua e Pasquetta, si sa, porta con sé pensieri fatti di cioccolata e dolcezze. Tradotto: colomba e uova pasquali. Da mangiare, da regalare, da gustare. Per tutti quelli che non possono farne a meno, la Pasticceria Laquale propone colombe e uova della migliore pasticceria italiana, grazie a ricette tradizionali e ingredienti di primissima qualità.

Come nella migliore tradizione nostrana, l’artigianalità delle creazioni è al primo posto: tutte le colombe e le uova vengono create da zero, step by step, con la sapienza e la creatività dei mastri pasticceri fiorentini. È così che la Pasticceria Laquale è diventata un tempio della golosità a Firenze, dove acquistare i dolci di Pasqua e Natale o semplicemente fermarsi per concedersi un dolce break dallo stress quotidiano.

Pasticceria Laquale Firenze, Dolci di Pasqua

Una storia artigiana che prende il via 43 anni fa, fino a diventare un vero punto di riferimento per il quartiere di Rifredi. Secondo un diktat ben preciso: qualità e prodotti a kilometro zero. Ogni due giorni, infatti, arrivano direttamente dal Mugello 1.200 uova e latte fresco: ingredienti base delle dolci creazioni della Pasticceria Laquale di Firenze.

I prodotti classici della tradizione toscana sono così creati grazie a materie prime di alta qualità, che si tratti di dolci di Pasqua o Natale. Se è vero che i giorni di Pasqua stuzzicano palato e stomaco, una sosta alla Pasticceria Laquale soddisferà sicuramente ogni tipo di golosa esigenza.

E se siete di quelli che l’estetica è tutto, troverete creazioni pasquali che vi sorprenderanno: uova di pasqua, create e decorate artigianalmente dai pasticceri. Oltre alla classica e irrinunciabile colomba, un’idea in più da portare in tavola. Sorprendendo. Con buona pace della dieta, stavolta rinviata, come sempre, al lunedì. Pardon, al martedì.

chevron_left
chevron_right