Lavorare 2.0 – quattro chiacchiere con Kristina Grancaric, community manager di Yelp

Kristina Grancaric ci racconta le opportunità lavorative che i Social Network possono offrire ai giovani.

Nata a Toronto e trasferitasi a Firenze all’età di 9 anni, Kristina ha iniziato come Local Counselor nel mondo della Relocation. Il suo compito era fornire agli impiegati di grandi aziende che si trasferivano a Firenze tutte le agevolazioni possibili durante lo spostamento, un’esperienza che le ha consentito di conoscere molteplici realtà. Pochi mesi fa ha intrapreso una nuova avventura, quella di Community Manager per Yelp.

Che cos’è Yelp?

Yelp è un sito web che mette in contatto le persone con le migliori attività in città. Puoi leggere e scrivere recensioni su ogni tipo di azienda gratuitamente, dal meccanico al ristorante e perché no, anche sul tuo dentista. Sul sito si può scrivere sul forum, interagire con gli altri utenti attraverso i complimenti e messaggi privati.

Inoltre nelle città dove sono presenti dei Community Manager come me, saranno organizzati degli eventi per i nostri utenti più attivi, perciò porteremo i nostri utenti da online a offline. E’ uno strumento molto utile per chi cerca un’attività, c’è anche l‘applicazione gratuita per smartphone, per quando sei in giro o in vacanza.

Cosa fa una Community Manager?

Mi occupo del sito, per quanto riguarda Firenze, degli eventi marketing e dell’organizzazione degli eventi Yelp per i nostri utenti. Uno degli scopi più importanti di una Community Manager è di far conoscere il sito, e creare una comunità nella propria città, che sia attiva online e offline.

Perciò contatto e incontro venue per gli eventi,  media sponsors, e attività che vogliono collaborare con noi per far crescere la comunità a Firenze. Inoltre scrivo una Newsletter settimanale, ogni settimana dal tema diverso. È un lavoro creativo, pieno di sorprese e soddisfazioni ma richiede tanta dedizione, si può dire che è anche uno stile di vita.

Ci descriveresti una tua giornata-tipo?

Lavorando da una scrivania virtuale, non ho una dimora fissa e ogni giorno è diverso dall’altro. Decido io come organizzarmi, anche se chiaramente ho delle scadenze. Posso decidere di stare a casa o sedermi ad un bar per scrivere la Newsletter. Altri giorni mi potrai vedere girare la città per tutto il giorno con un appuntamento dopo l’altro tra locali, interviste e inaugurazioni.

Sono sempre ad organizzare eventi: da quelli piccoli durante la settimana per incontrare i nostri utenti di Firenze a quelli più importanti, cercando sempre idee e contatti diversi. Quando apre un posto nuovo vado subito a curiosare, sono un tipo espansivo perciò mi piace il fatto di dover parlare sempre con tutti.

Come ti sei avvicinata al mondo dei Social Network?

Se qualcuno mi avesse chiesto a 15 anni se pensavo di poter diventare una Community Manager non avrei capito di cosa si trattava dato che si tratta di una figura lavorativa piuttosto recente. Vengo da una famiglia tecnologica, abbiamo ancora il primo personal computer che venne regalato a me e mio fratello negli anni 80.

Usando i computer da quando sono piccola, l’avvicinamento ai social network è inevitabile, inoltre credo che la rete sia uno strumento fantastico se usato in modo intelligente. I social sono un modo utile per rimanere in contatto ed esprimere la propria opinione.

Consiglieresti ai ragazzi in cerca di lavoro di avventurarsi in questo campo?

Lo consiglio, è un mondo nuovo in espansione, inoltre ci sono tanti titoli e lavori che sono nati negli ultimi anni. Consiglierei sicuramente di intraprendere degli studi inerenti al settore, per essere avvantaggiati. Bisogna usare la rete in modo corretto, non limitarsi a pochi siti o usarla come semplice strumento. Le regole del marketing e della visibilità stanno cambiando, ad esempio durante un viaggio in treno vedrai più passeggeri con il telefono o un tablet in mano che una rivista, ed è per questo che le aziende si stanno rinnovando, cercando visibilità online.

La creatività e l’inglese sono due carte vincenti in questo lavoro, ringrazio internet per la possibilità che mi ha dato di trovare questa occupazione e uno stile di vita piacevole. A volte basta digitare la parola chiave giusta per trovare quello che cerchi. Non è più chi cerca trova, ma chi digita trova.

chevron_left
chevron_right