Eby's bar a Firenze, impero degli shot

Eby, il «dottore» degli shot a Firenze

È noto a molti come il re degli shot, un protagonista indiscusso delle notti fiorentine dell’Arco di San Pierino. Il suo nome è Eby, ti racconto chi è e cosa fa.

Se l’avessi incontrato per strada l’avrei senza dubbio scambiato per uno scienziato vecchio stampo. Capelli e baffi alla Einstein, Eby è diventato un personaggio fiorentino a tutti gli effetti. Celebre soprattutto per i suoi mitici shot con rituale annesso.

Rimarrai sorpreso/a quanto me nel sapere che dietro alla maestria e all’esperienza che Eby riversa nella preparazione dei cocktail, si nasconde la passione per la medicina. «Ho studiato 4 anni, poi i soldi sono finiti e ho iniziato a lavorare». Il che la dice lunga sugli abbinamenti e i sapori sempre azzeccati ad ogni sorso di rum.

Eby's bar Firenze

Andiamo con ordine. Eby, da dove vieni?

Ancora non ho deciso (ride ndr). Non svelo mai la mia provenienza per evitare pregiudizi di sorta. I confini entro i quali viviamo non li abbiamo tracciati noi, quindi potrei essere di un paese ma sentirmi di un altro ad esempio.

Qual è lo shot che ti rappresenta?

L’Eby’s caffè: caffè, arancia e zucchero. Questi ingredienti non venivano utilizzati quando ho iniziato a fare gli shot ben 15 anni fa. Se poi aggiungi che all’alcol accompagno sempre una sorta di rito, capisci bene che tutto si trasforma in uno spettacolo.

Parlami del rito.

Coinvolgo la gente, urlo e incito con «vai vai vai» oppure «mangia banana». In questo modo si crea un’atmosfera divertente.

Cosa hanno di speciale i tuoi shot?

Ho studiato medicina per 4 anni, conosco bene i liquidi, il peso specifico e come abbinare gli ingredienti grazie anche alla mia passata esperienza da pasticciere. Il senso nel gusto dei miei shot lo trovo dopo averli assaggiati. E non chiedermi quale sia il mio preferito, sarebbe come chiedere ad una madre che ha più figli quale preferisce.

Insomma, ormai hai conquistato il titolo di «re degli shot».

Penso che tanto lo faccia il mio personaggio. Figurati che ci sono persone da ogni parte del mondo che vengono a fare serata all’Arco di San Pierino solo per assaggiare i miei shot o vedermi all’opera. Eppure anche i miei collaboratori sono bravissimi. Insomma Stefania, ti aspetto stasera e guai se non bevi un po’.

chevron_left
chevron_right