Quindi? Max Gazzè live a Sesto Fiorentino il primo settembre

Il cantautore romano arriva a Sesto Fiorentino per una tappa live ad ingresso gratuito: sabato 1 settembre in Piazza Vittorio Veneto.

Max Gazzè da Roma non necessita certo di presentazioni di sorta. Ma c’è da dire che, sopratutto oggi, è esercizio difficile riuscire a trovare una personalità che – fondendo musica leggera e radici alternative rock in equilibrio istrionico – vada al di là di una classica etichetta di genere.

Il buon Max è sopratutto questo: un outsider, affermatosi nell’arido panorama mainstream italiano grazie alla classe e alla (grande) cultura musicale. Senza il bisogno dell’eccesso, dell’emozione over.

La storia di Gazzè come musicista, infatti, ricorda il percorso di uno chansonnier di strada: radici jazz e contaminazione sonora su più fronti, coerentemente con l’emigrazione lontano dalla propria terra d’origine: la Sicilia. Ed è proprio questo l’effetto di fondo che suscita all’ascolto il suo ultimo LP: Quindi? (2011). Un lavoro in equilibrio fra tradizione pop nostrana e richiami (colti) nel campo del jazz e della musica d’autore.

Un disco raffinato, pulito e – perchè no? – sentimentale. In barba ai tempi che corrono, Max rilancia. A modo suo: con classicità, originalità e competenza artistica. Così, il bassista proporrà al pubblico fiorentino un live confezionato sui suoi successi di sempre, su qualche inedito in arrivo e sull’ultima fatica discografica.

Insomma, se Nick Hornby rifletteva tra serietà ed ironia, chiedendosi: ”Ascolto musica pop perché sono un miserabile, o sono un miserabile perché ascolto musica pop?” La risposta è: dipende. E Gazzè è qui a dimostrarcelo. Ancora una volta.

Perchè perfino nel 2012 si può ancora produrre un songwriting composto con garbo ed originalità. Senza strafare o cadere nell’abisso del riciclo. Quindi? La parola passa a Max, al suo gruppo di sempre e al palcoscenico di Sesto Fiorentino. Per scoprire quello che la musica può fare. Chissà.

chevron_left
chevron_right