Morgan in concerto a Prato il 3 dicembre

Il teatro Politeama di Prato farà da palcoscenico, sabato 3 dicembre, al concerto di uno degli artisti più discussi degli ultimi anni: Marco Castoldi.

O più semplicemente, Morgan. Archiviato il sold out del tour estivo, Morgan ritorna ad ammaliare i suoi numerosi e variegati fan con un live, fiancheggiato per l’occasione dalla Band Versus.

Polistrumentista, compositore, cantante, dj e scrittore: Morgan ingloba l’essenza autentica e – un po’ retrò – dell’essere artista. Spesso controcorrente, irriverente: a 39 anni ha già accumulato un curriculum artistico invidiato e (quasi) mai ripetitivo, cercando di andar contro una normalizzazione – votata al ribasso – in auge in buona parte della discografia mainstream odierna.

Bizzarro predicatore della musica, all’interno di un mercato di melodie riciclate. Bohemienne snob, narcisista del pianoforte. Personaggio lunatico – come la musica che compone – che veste abiti da pirata e versi da poeta, più o meno, maledetto.

Una sola personalità ad accogliere molte anime, continuamente traghettate dal beat dell’elettronica moderna alle note del rock classico.
Un concentrato altalenante  – fatto di ottimismo e pessimismo – dove convergono ansie, ossessioni ed affetti.

L’ex leader dei Bluvertigo – cresciuto nel new romantic e nella new-wave degli anni ’80 – è un portavoce atipico della musica italiana.
Un artista fuori dalle righe, discutibile. E discusso. Acclamato quanto accusato.

Eccessivo, mai prevedibile. Assistere ad un suo spettacolo potrebbe essere un’esperienza surreale. O l’ennesima strana metamorfosi?

chevron_left
chevron_right