Gianna Nannini a Firenze il 18 e 19 aprile 2013

Dopo il successo dell’Io e Te Tour e in contemporanea con l’uscita del nuovo album, in arrivo Gianna Nannini a Firenze con Inno Tour al Mandela Forum il 18 e 19 Aprile 2013.

Gianna Nannini fa sempre parlare di sé. Dopo la gravidanza a cinquantasette anni e il grande successo dell’Io e Te Tour, l’eterna ragazza rock della musica italiana torna alla ribalta con l’album Inno e l’omonimo tour.

Un percorso tortuoso, che porterà Gianna Nannini a Firenze, al Mandela Forum il 18 e 19 aprile 2013. Due date che promettono già il pienone perché la “Gianna è sempre la Gianna”.

Capace, nonostante gli anni, di quella carismatica fusione tra simpatia toscana, appeal da eterna ribelle e canzoni pop che la rendono apprezzabile da un larghissimo pubblico.

Il tour, prima delle due tappe fiorentine, passerà da Roma e Caserta. Poi Mandela Forum e via di nuovo in viaggio tra Perugia, Rimini, Milano, Torino e Verona. Una full immersion che promette scintille, visto il calibro degli artisti che la “Gianna” si porterà in valigia.

Per l’architettura musicale c’è Wil Malone, produttore super di Black SabbathDepeche Mode e Iron Maiden. Alle luci ci sarà invece Patrick Woodroffe, designer a cui si sono affidati tra gli altri Rolling StonesGenesisElton John.

Tutto condito dall’eleganza di Giorgio Armani, che ha firmato con una collezione ad hoc tutti gli outfits dell’evento e con un brano inedito in omaggio per coloro che compreranno il biglietto. Ti piace vincere facile…

gianna nannini a firenze

Se fosse un film, si direbbe un cast stellare per un pellicola che è un successo annunciato.  Le due tappe di Firenze saranno ricercatissime e i biglietti sono già in vendita sul sito dell’organizzatore dell’evento di Gianna Nannini a Firenze. I prezzi sono “altini”, ma la Gianna Nannini è sempre una garanzia di spettacolo.

Intanto lei ha appena annunciato di aver prestato la sua canzone Inno per la corsa a Montecitorio di Bersani e del Pd. Della serie: va bene l’eterna ribellione, ma un po’ di politica ogni tanto non guasta.

Ecco servita la metamorfosi della Gianna: dalla ragazza spettinata di America a mamma amorevole di Inno, un percorso da gustarsi dal vivo. A squarciagola.

chevron_left
chevron_right