Miss Italia? No, Mister Gay. Concorsi lgbt nel mondo

C’è la gara per il gay più bello del pianeta, oppure la competizione dedicata al migliore uomo in gonnella. O ancora la fascia di migliore amica degli omosessuali.

Ecco una veloce rassegna dei concorsi di bellezza lgbt in giro per il globo. Ma attenzione: oltre all’aspetto esteriore spesso viene richiesto anche un bel po’ di sale in zucca.

Mister Gay Italia

Tutto muscoli e niente cervello? Non è proprio così. Il più bello del reame deve dimostrare di avere le carte in regola per diventare il paladino dei diritti degli omosessuali.

Il concorso, nato nel 1997, vuole scegliere il gay più rappresentativo dello Stivale per visibilità e impegno sociale, non solo per le sue qualità estetiche.

Dopo le selezioni in giro per l’Italia, i “reginetti” 2012 arrivano in questi giorni a Torre del Lago (Viareggio) in vista della finale in programma il 24 agosto.

Non solo Mr

La Versilia è la capitale italiana dei concorsi rainbow. Durante l’estate ci sono altri due appuntamenti a Torre del Lago. In occasione della Lesweek, la settimana dedicata alle ragazze, viene scelta Miss Gaya, la lesbica più bella.

Trucco, lustrini e acconciature stravaganti al centro delle sfide per Miss Drag Queen Italia, che elegge il miglior performer con tacchi e parrucca.

Il prossimo 15 settembre infine a Lucca sarà incoronata Miss Trans Italia, evento alla ventesima edizione.

Europa e mondo

Dal nostro paese al vecchio continente. Il Mister Gay tricolore ha accesso diretto a Mr Gay Europe, competizione itinerante, nata nel 2005 a Oslo. La corona 2011 è andata al nostrano Giulio Spatola.

Quest’anno invece la finale si è svolta al Gay Village di Roma pochi giorni fa, con l’elezione dello spagnolo Miguel Ortiz (nella foto qui sopra).

E’ un neozelandese invece l’omosessuale più bello (e più impegnato per i diritti lgbt) del mondo. Andreas Derleth, 32 anni, ha sbaragliato la concorrenza lo scorso aprile per il titolo Mr Gay World, a Johannesburg. L’edizione 2013 tornerà in Europa, in Belgio.

Drag King

Un fenomeno nascente: donne che si travestono da uomini e montano sul palcoscenico. Cantano, ballano, recitano. In poche parole fanno spettacolo.

Negli Stati Uniti da 17 anni esiste una gara riservata a questo mondo. Si svolge a San Francisco e si chiama Drag King Contest.

“E’ un mix tra Miss America, American Idol, Halloween e uno show di super-fuoristrada”, scrivono ironicamente gli organizzatori sul sito ufficiale.

Miss Fag Hag

In conclusione una curiosità. Il termine Fag Hag è uno slang colorito usato per descrivere ragazze che  frequentano in prevalenza gay.

E’ un vocabolo piuttosto dibattuto: vissuto come un insulto da alcune, vera e propria bandiera per altre. Tant’è che esistono delle competizioni per vincere la fascia di Miss Fag Hag.

Dal 2008 è attivo un contest in Nuova Zelanda, mentre il concorso per la migliore amica dei gay è sbarcato a New York tre anni fa.

chevron_left
chevron_right