L’anno diverso: il 2012 in 5 notizie gay

Ci ha divertito, emozionato e fatto arrabbiare. Ecco il 2012 inquadrato da un’angolazione diversa, quella omosessuale. Data per data.

Lo facciamo con la top 5 delle notizie gay più rappresentative di questo anno bisesto. Pure funesto, diranno alcuni, ma non tutto è da buttare via.

1 marzo – Ciao Lucio

Lucio_Dalla

“Oggi conosco benissimo quel signore che canta Le Rondini, oggi posso spiegargli cosa mi ha dato e continua a darmi. Oggi insieme a voi posso dirgli grazie”. Lucio Dalla è mancato il primo marzo scorso.

Questo è il commuovente addio pronunciato durante il funerale da Marco Alemanno, il compagno del cantante. Un discorso che è ha riaperto il dibattito in Italia sui diritti lgbt.

15 marzo – Gli ermellini hanno detto sì

Non sono i simpatici animaletti, l’epiteto si riferisce ai giudici della Cassazione. Con una sentenza  datata 15 marzo 2012 hanno riconosciuto formalmente per la prima volta in Italia una coppia omosessuale.

Cassazione sentenza coppia gay

In parole povere la Cassazione ha detto questo: il matrimonio tra persone dello stesso sesso non può essere riconosciuto, manca una legge, ma una coppia gay ha diritto allo stesso trattamento previsto per i coniugi etero. Ha quindi pari diritti.

Una speranza per i tanti che volano all’estero pur di dire il fatidico sì. Come hanno fatto i due sposi fiorentini, freschi di matrimonio, di cui vi abbiamo raccontato la storia durante il 2012.

9 maggio – Barack Obama e le nozze gay

Notizie gay, Obama nozze omosessuali

Barack Obama non è soltanto il primo presidente nero. Da quest’anno è il primo presidente degli Stati Uniti ad aver detto sì ai matrimoni gay.

“Le coppie dello stesso sesso devono avere la possibilità di sposarsi“, ha affermato mister President in piena campagna elettorale, il 9 maggio 2012, durante un’intervista sull’Abc che ha fatto il giro del mondo.

28 ottobre – Botte in piazza, baci in tramvia

Flash mob Firenze omofobia

Una delle notizie gay di casa nostra. Una vicenda che parla di Giulio e Simone, due fidanzati aggrediti e pestati a sangue mentre passeggiavano abbracciati nel centro di Firenze vicino piazza della Repubblica.

L’aggressione risale al 28 ottobre, il fatto è finito sui giornali due settimane dopo e ha scatenato un tripudio di smack: un doppio kiss-in contro l’omofobia che ha visto tante coppie baciarsi prima sulla tramvia, poi in piazza della Repubblica.

2012 – un anno da coming out

Mika coming out

Per finire parliamo di chi quest’anno ha esclamato “Ehi, sono gay!”. Tra i coming out vip ci sono quelli del rapper Usa Frank Ocean, del pugile portoricano Orlando Cruz e del cantante Mika.

E ancora, nel 2012 si sono dichiarati il giornalista della Cnn Anderson Cooper e il mezzobusto nostrano Alessandro Baracchini, che lo ha fatto a giugno in diretta su Rainews 24.

Per chi invece non ha ancora trovato le parole giuste c’è la nostra mini-guida al coming out, perché le migliori notizie gay arrivano dalla vita di tutti i giorni.

chevron_left
chevron_right