Carnevale gay: martedì grasso (e gaio) nel mondo

A due passi da Firenze o dall’altra parte del globo: come vivere la festa più pazza che ci sia tra drag queen, maschere stravaganti e parate gay friendly.

I brasiliani si confermano i più festaioli, ma gli spagnoli non scherzano. La lontana Australia ospita un festival mega-galattico dedicato al popolo lgbt. Nonostante questo, la guida al carnevale gay 2013 parte da casa nostra.

In Versilia non ci sono soltanto i giganti di cartapesta. Accanto alla tradizionale sfilata dei carri sul lungomare, il Carnevale di Viareggio organizza una sfida a colpi di parrucca. La migliore drag queen che si esibirà sul palco di piazza Mazzini domenica 17 febbraio (dalle ore 18.00) riceverà la corona di Regina d’inverno.

Chi è invece pronto a spiccare il volo (beato lui) dovrebbe ripassare lo spagnolo: tre luoghi, da raggiungere con aerei low cost, offrono tanti appuntamenti per passare un carnevale gay.

Barcellona dal 7 al 13 febbraio è invasa dai festeggiamenti con oltre 34 sfilate, balli in maschera e una battaglia di coriandoli e palloncini. I locali gay si danno un gran da fare grazie a dj internazionali e party a tema.

Un carnevale gay vero e proprio è quello di Sitges, la nota meta del turismo omosessuale a 40 chilometri da Barcellona, con eventi dal 6 al 13 febbraio e due parate (10 e 12 febbraio).

A Gran Canaria, più precisamente a Maspalomas, le iniziative in maschera si concentrano nello Yumbo Center, una cittadella friendly tutta da “esplorare”.

Se potete concedervi un volo intercontinentale le mete d’obbligo sono due. La prima: il carnevale più famoso del mondo nella città più friendly del globo. Rio de Janeiro, è ovvio.

5 giorni di baldoria, dall’8 al 12 febbraio, trasformano le strade della metropoli brasiliana in uno spettacolo da vedere almeno una volta nella vita. Un must è il Rio Scala Ball (12 febbraio), il gran ballo gay per la notte più folle dell’anno.

La seconda tappa obbligata è l’Australia. Il Mardi Gras di Sidney è  un immenso festival interamente dedicato alla comunità lgbt che dura quasi un mese. La 35esima edizione inizia l’8 febbraio per finire il 3 marzo.

Ci sono mostre d’arte, spettacoli di teatro, performance, cine-festival, concerti, mega-feste all’aperto e pool party (ricordatevi che è estate!). Da non perdere la “Sydney Mardi Gras Parade” del 2 marzo, un enorme gay pride.

E allora preparate coriandoli, maschere e – in qualche fortunato caso – anche il costume da bagno per festeggiare il vostro carnevale gay.