Visitare Piazza Stazione in 4 tappe meno conosciute

Nei pressi di Piazza Stazione si trovano (o trovavano) numerose architetture più o meno conosciute ed apprezzate: eccone quattro da conoscere.

Palazzina Reale

La Palazzina (1935) si trova in Piazza Adua e come dice il nome era destinata alla permanenza del Re in visita alla città. L’edificio, secondo alcuni progettato da Michelucci, è caratterizzato dalle grandi aperture e dal rivestimento esterno con un prezioso marmo fiore di pesco della Carnia. All’interno prevalgono raffinati marmi rossi sia per i pavimenti che per le pareti, oltre a stucco romano e legni di noce e rovere.

Lastre di alabastro e grandi vetrate fanno filtrare la luce che illumina il grande Salone Reale, al centro dell’edificio. A fianco del portico d’onore, verso Piazza Adua, si trova una vasca in marmo sovrastata da un gruppo marmoreo, due figure sedute che raffigurano Arno e la sua Vallata, opera dell’artista Italo Griselli.

Oggi la Palazzina, di proprietà delle Ferrovie, è utilizzata per mostre, eventi e convegni ed il consiglio, se vi trovate in zona Piazza Stazione, è quello di sfruttare una di queste occasioni per visitare questa piccola e preziosa architettura.

Piazza Stazione

Centrale Termica e Cabina Apparati

Uno dei gioielli architettonici moderni di Firenze ci appare quando si è in treno o nell’ingorgo di viale Strozzi alla Fortezza da Basso: uno strano corpo fatto di parallelepipedi, cilindri, piani aggettanti, colorati di un intenso rosso scuro.

Questi sono la Centrale Termica e Cabina Apparati progettati e realizzati nei primi anni ’30 dall’architetto fiorentino Angelo Mazzoni, che interpretò questo complesso tecnologico ed industriale secondo le reminiscenze costruttiviste e futuriste creando una macchina architettonica caratterizzata dall’intersezione di volumi e superfici, dalla meccanicità del vetro delle grandi finestre e del ferro dei camini e della ardita scaletta elicoidale che sembra sospesa nel vuoto.

Se volete ammirare questa architettura da vicino, fate una passeggiata nelle tranquille via delle Ghiacciaie e via Cittadella, fra Viale Belfiore e via Guido Monaco, rimarrete senza fiato.

Piazza Stazione - firenze

Palazzo degli Affari

Proprio davanti alla Palazzina Reale nel 1974 fu realizzato il Palazzo degli Affari, un edificio progettato dall’architetto fiorentino Pierluigi Spadolini (già autore dell’edificio de La Nazione). Fu uno dei primi architetti ad utilizzare i sistemi di prefabbricazione creando un linguaggio che mediava la tecnologia del sistema con la composizione architettonica.

Come in questo caso dove moduli diversi della facciata riflettono l’uso degli spazi interni: più chiusi al primo piano, dedicato alle esposizioni ma più aperti e luminosi ai piani superiori dove si trovano gli uffici. Anche in questo caso, un’opera moderna a due passi da Piazza Stazione.
 

Pensilina degli Autobus

Chiudiamo questo percorso con un fantasma, la Pensilina degli autobus ormai demolitaOpera dell’architetto Cristiano Toraldo di Francia è stata forse la cosa più odiata dai fiorentini negli ultimi 20 anni. Realizzata in occasione dei Mondiali di calcio del 1990, voleva in realtà essere una struttura di servizio per accogliere i viaggiatori in arrivo: fermate di autobus, spazi informativi e piccoli spazi commerciali.

Se inizialmente le critiche maggiori era verso la “bruttezza” dell’architettura nonostante l’uso di materiali raffinati ma che poco condividevano con le preesistenze, più sobrie e raffinate, della Stazione, della Basilica e dell’area tutta, in seguito il sempre maggiore degrado, sporcizia e delinquenza che questa struttura sembrava attirare ne decretarono la seppur tardiva (2010) demolizione.

Oggi Piazza Stazione e i suoi grandi pini sono stati liberati e la superficie asfaltata, in attesa di una riorganizzazione generale (non meglio definita) di questo spazio. Staremo a vedere.

chevron_left
chevron_right