Una passeggiata tra i presepi più belli di Firenze, per tornare bambini

La cura che ti propongo contro lo stress da shopping, la lista dei regali natalizi che si allunga, ingorghi di luminarie ed affollamento di palle colorate è il tour dei presepi a Firenze. 

Una tradizione secolare tutta italiana che a Firenze è strettamente legata alla vita religiosa.  Ognuno con le sue caratteristiche e la sua storia, ma tutti capaci di farti tornare un po’ bambino.

Di Basilica in Basilica

Fai come me. Ritagliati un giorno e fatti il giro delle Basiliche fiorentine a caccia di presepi. Io inizierei da quella della Santissima Annunziata nella piazza omonima. Nella cappella di Santa Barbara troverai un presepe tradizionale che più tradizionale non si può. (dal 24 dicembre al 6 gennaio tutti i giorni 7-13 e 16-19).

Bastano pochi passi per arrivarare alla Basilica di San Marco, con il presepe permanente ricollocato nella nicchia originaria: splendido il Bambino, una rara scultura del ‘500, attribuita alla scuola di Donatello. Madonna e S. Giuseppe, bue e asinello sono invece del ‘700 (tutti i giorni 7-12 / 16.30-19.30; festivi 10.30-13.30 / 16.30-19.30).

Di meraviglia in meraviglia arriviamo alla Basilica di San Lorenzo con il presepe tradizionale aperto dal 24 dicembre al 6 gennaio dalle 10 alle 17 ma solo nei feriali, nella cripta con le caratteristiche fasi del giorno e musica natalizia. 

presepe duomo firenze

Direi che a questo punto si è già visto tra le chiese più belle del mondo ma siamo a Firenze e il troppo non guasta per cui si va in Duomo, dove all’interno della basilica troviamo le statue del ceramista Carlo Reggioli, che riproducono quelle del “Presepe di Camoggiano” dei primi deI sec. XVI. Segnatevi gli orari : feriali 10-17; giovedì 10-16.30; sabato 10-16.45; domenica 13.30-16.45; 24 dicembre 10-16.45; Natale chiuso; S. Stefano 13.30- 16.45; S. Silvestro 10-16; Capodanno chiuso; Epifania chiuso. Sul sagrato la capanna con statue in terracotta della Sacra Famiglia a grandezza naturale, realizzate a mano da Luigi Mariani, già presente dall’8 dicembre.

Naturalmente il nostro giro non può mancare la Basilica di Santa Maria Novella, con la splendida mostra di presepi da tutto il mondo (lunedì-giovedì 9-17.30; venerdì 11-17.30; sabato 9-17; festivi 13-17). Nel giardino con ingresso da via degli Avelli il presepe con capanna alta m 3 e statue di m 1,5 dalle 7.30 alle 19.

La Basilica di Santa Croce l’ho conservata apposta come ultima tappa, così alla fine potete ringraziare fratello panino e sorella birra al mercatino di Natale di Heidelberg. Nella cappella a sinistra dell’altare il presepe tradizionale mentre nella cripta il presepe con scenografie dedicate a Firenze di Leonello Daddi. 

Alla Certosa lo spirito del Natale 

Se siete alla ricerca di un vero momento spirituale, fuori dalla città prendete il 36 dell’Ataf e andate alla Certosa al Galluzzo. In questa mistica scenografia il grande presepe tradizionale, con effetti speciali, aperto dal 24 dicembre sino al 2 febbraio dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 16. Chiuso il lunedì tranne quello dell’Epifania.

Presepi a Firenze

Presepi per tutti i gusti e per tutte le storie

Io mi consumerò le scarpe a forza di girarli tutti ma dopotutto anche San Francesco andavo scalzo. Da vedere anche quello all’Hotel Rivoli in via della Scala 33 con la mostra dei presepi dell’artista Claudio Ladurini. 26 piccole riproduzioni della Natività, meccaniche e non, costruite con vari materiali, realizzate all’interno di contenitori di legno. Dall’8 dicembre dalle 11 alle 21.

Al Don Orione in via Capo di Mondo 36, il presepe elettromeccanico, già aperto ai primi di dicembre tutti giorni dalle 15 alle 19. Bello anche il tradizionalissimo presepe della Misericordia in Piazza Duomo, allestito nella sala della Compagnia e visitabile dalle 8 alle 20. 

Direi splendido e suggestivo quello fatto a Piazza Donatello nei giardini antistanti Via La Farina con i 45 artisti che inventano 90 personaggi del presepe. Uno dei miei preferiti è quello presso l’Associazione Pantagruel in via di Mezzo 39r, con i presepi creati dalle detenute di Sollicciano, con i personaggi dei presepi creati a mano con materiali naturali secondo il metodo pedagogico Rudolf Steiner (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19).

Gli altri presepi

Se volete farvi anche il giro delle chiese minori che poi minori non sono per niente, eccovi l’elenco di quelle aperte e visitabili da mattina a sera con i loro suggestivi presepi: Chiesa di Santa Felicita in Piazza Santa Felicita, Chiesa di Santa Lucia al Prato in Via Santa Lucia 10 con il presepe ligneo con 25 statue della Val Gardena, la Chiesa di Santa Maria dei Ricci in via del Corso, la Chiesa di Santo Stefano ad Ugnano (andateci) in Via di Fagna 4  con il presepe allestito nella tinaia e cielo a 500 fibre ottiche.

E ancora la Chiesa di Gesù ai Bassi in Via dell’Argingrosso, angolo Via dei Bassi, con il Presepe realizzato su una superficie di oltre 50 mq, su cui sorgono casolari, paesaggi, borghi, fiumi, montagne e numerosissimi personaggi meccanizzati intenti al loro lavoro il tutto correlato da effetti visivi e sonori.

Credits foto: Simone Lucchesi  (cover); Opera MagazineLuigi Strano  (foto interne)

chevron_left
chevron_right