Di qui passò il Dalai Lama. Come ho scoperto un pezzo di Tibet a Firenze

Buddha dorati, ciotole delle offerte e un piccolo tempio. Ecco il mio viaggio un centro buddista di Firenze: gambe incrociate per fare yoga, pollice e indice uniti per meditare.

È stata una scoperta. Fino a qualche anno fa non avevo la minima idea che a Firenze esistesse un angolo di Tibet. Tutto è successo per caso: l’invito di un maestro di yoga (e amico), l’arrivo nella zona di Castello (periferia nord della città) e poi la sorpresa.

Dietro a un cancello di via Reginaldo Giuliani, oltre un cortile interno, l’atmosfera è cambiata improvvisamente. Sarà stato l’odore di incenso, i tappeti per terra, le ciotole delle offerte e le statue dorate. Oppure semplicemente l’atmosfera che si respirava dentro la casetta trasformata in un piccolo tempio. Appena ho varcato la soglia è come se mi fossi trovato improvvisamente sul Tetto del mondo.

Centro buddista a Firenze sì, ma tibetano

Non farti trarre in inganno: non sto parlando della mega-villa della Soka Gakkai a Castello (movimento buddista nato in Giappone e famoso per la sua preghiera Nam-myoho-renge-kyo), ma dell’umile e affascinate struttura a cui si accede dal civico 505/a.

Centro Ewam - Centro buddista di Firenze

Il centro Ewam (Centro terra di unificazione Ewam, ad essere precisi) è un punto di riferimento  a Firenze per chi segue gli insegnamenti del buddismo tibetano, quello che riconosce come massima autorità spirituale il Dalai Lama, tanto per intenderci.

Proprio qui è passato quasi 14 anni fa lo stesso Dalai Lama e qui fa tappa periodicamente anche Franco Battiato. L’ultima visita del cantautore risale allo scorso marzo per un seminario sull’alimentazione vegetariana, affollatissimo, da quanto mi hanno riferito.

Yoga e meditazione anti-stress nel tempio

 “Le porte sono aperte a tutti – mi ripete sempre Francesco, il factotum del centro Ewam – non bisogna essere necessariamente buddisti. Ospitiamo tante iniziative che potremmo definire laiche”. E così è successo a me, ospite del corso di yoga che si svolge due volte a settimana, tenuto un maestro dello Sri Lanka.

Centro Ewam Firenze

E poi ci sono le mini-conferenze e gli incontri dedicati a una disciplina anti-stress che mi ha sempre affascinato, essendo ansioso per natura. Si chiama Mindfullness-based stress reduction ed è nata in America.

In pratica un professore dell’Università di Worcester (Boston), John Kabat-Zinn, ha “preso in prestito” dal buddismo la meditazione ed ha raggiunto risultati sorprendenti in ambito medico: la meditazione e il controllo del respiro aiutano nella cura dei problemi psicologici e fisici collegati allo stress.

Corso di lingua tibetana a Firenze

Per chi è affascinato dalla cultura del paese orientale, anche quest’anno questo centro buddista di Firenze organizza un corso di lingua tibetana ogni venerdì sera: ce n’è uno per i principianti che non sanno da che parte iniziare (come il sottoscritto) e un corso più avanzato.

Photo credits: immagine in evidenza – www.accessatlanta.com; www.facebook.com/centro.ewam

chevron_left
chevron_right