via torta firenze

I segreti di Via Torta e il perché della sua forma particolare

Le curiosità e le storie di Firenze sono spesso nascoste alla luce del sole. È il caso della caratteristica e centralissima Via Torta.

Chiunque cammini per le vie di Firenze, nella zona di Piazza Santa Croce, non può fare a meno di notare una strada molto particolare, unica: Via Torta.

Nomen omen, dicevano i latini per indicare come il nome stesso costituisse un vero presagio: la caratteristica che rende esclusiva Via Torta tra le altre del centro fiorentino risiede già tutta nel suo nome, una vera testimonianza storica costruita su fondamenta millenarie.

Firenze, Via Torta, piazza Peruzzi

Il percorso ellittico di Via Torta infatti si snoda tra Via Verdi, Via dell’Anguillara, Borgo de’Greci e Piazza Peruzzi, per concludersi in Via de’ Benci a due passi dal suo inizio. Una strada dall’andamento curvilineo, adagiata su se stessa e un tempo battezzata come “Via Torcicoda“.

Il motivo? La particolarità di tale conformazione deriva dal fatto che al tempo della Firenze romana (tra il 124 e il 130 dopo Cristo), proprio nel percorso dell’attuale via Torta, sorgeva l’Anfiteatro Romano: una costruzione fuori dalle antiche mura che occupava un diametro di 130 metri, per un’opera che era in grado di ospitare circa 20.000 posti.

Palazzo peruzzi - anfiteatro, VIA TORTA FIRENZE

Durante l’Alto Medioevo – con l’espansione della città – la costruzione delle case che tuttora si affacciano sulla via, fu frutto della sovrapposizione di quest’ultime sull’originario arco dell’Anfiteatro; seguendo in questo modo una perfetta pianta ellittica, nascondendo per secoli la testimonianza di quella Firenze sotto le proprie fondamenta. Guadagnandosi così il nome di Via Torcicoda e in seguito di Via Torta.

Telemaco Signorini - Via Torta, Firenze
Telemaco Signorini – Via Torta, Firenze

Una storia nella Storia di Firenze ricca di fascino, che soltanto una scoperta occasionale, avvenuta durante alcuni scavi nel 1887,  fece venire alla luce. La presenza dell’antica opera si può inoltre percepire dalla toponomastica di un’altra strada nelle vicinanze: Via del Parlascio, dal greco ”perielasis”, ovvero ”girare intorno”.

chevron_left
chevron_right