Come sopravvivere d’agosto a Firenze

Dieci buoni motivi per passare l’estate in città, a partire dal parcheggio facile.

Agosto a Firenze, un’espressione che per la maggior parte dei fiorentini suona come una condanna. Sopravvivere all’estate in città però è possibile.  Anzi, ti posso garantire che una volta provata l’ebbrezza, sarai tentato di ripeterla. Per restare a Firenze d’agosto ci sono almeno 10 buoni motivi.

 1)  L’agognato parcheggio

Quello che durante qualsiasi altra stagione appare come un miraggio, nel mese di agosto è un piacere alla portata di tutti: andare da qualche parte e trovare parcheggio alla prima. Una soddisfazione da togliersi almeno una volta l’anno.

 2)  I cari vecchi amici delle elementari

Se andare a spasso risulta più agevole (causa minor affollamento delle strade), non è altrettanto facile trovare compagnia. Ecco una buona occasione per rispolverare la rubrica e rinverdire vecchie amicizie. Poi passerà di nuovo tutto l’anno prima di rivedere l’ex compagno delle elementari (senza sentirne peraltro la mancanza).

 3)  Fare i turisti in casa propria

Se ti assale la nostalgia del viaggio, puoi sempre approfittarne per fare il turista in casa tua: noi italioti siamo amanti delle ferie d’agosto, ma non tutto il mondo la pensa così e nei musei c’è meno fila che in primavera. Per di più ci sono altre opportunità che i vacanzieri sono destinati a perdersi.

Piazza della Repubblica, cosa fare a Firenze d'agosto

4)   Terrazze con vista e musei di notte

Ad esempio l’aperitivo con vista mozzafiato sulla città. Fino al termine di settembre, 19 hotel tra i più esclusivi di Firenze aprono le proprie terrazze ai comuni mortali. Altro che lungomare. E poi ci sono anche i musei aperti in notturna.

 5)  A caccia di misteri

In alternativa, sempre in orario aperitivo (attorno alle 18/18.30), puoi metterti a caccia di misteri. La Cooperativa Archeologia organizza visite guidate per le “strade dimenticate” di Firenze alla scoperta di antichi miti, tradizioni, leggende. Compresa nel “pacchetto” una serata alla Dan Brown

 6)  Biblioteche night&day

Al calar del sole e della calura, ci si può sempre rifugiare in biblioteca. Molte fanno orario prolungato e organizzano una serie di eventi: letture (Palagio di Parte Guelfa), reading accompagnati da chitarra (Oblate), visite guidate e addirittura un radiodramma (sempre alle Oblate).

 7)  Un tuffo dove l’acqua è più blu

 Per sfuggire all’afa e alla mancanza di tintarella si può sempre usufruire delle piscine comunali. Tra le mie preferite: Pavoniere (alle Cascine), Costoli (prezzo ridotto per chi arriva dopo pranzo), Bellariva.

8)  Shopping no-stop

I centri commerciali non chiudono mai, così come botteghe e boutique del centro: lo shopping, insomma, non va in vacanza. Quest’anno poi anche il 60% dei negozi alimentari terrà la serranda alzata e tutti i mercati rionali resteranno in funzione.

9)  Facciamone di tutti i colori

Grande festa il 24 agosto, con l’iniziativa Arcobaleno d’Estate, che coinvolgerà un po’ tutta la Toscana. Già prevista l’apertura straordinaria in notturna del Forte Belvedere (ingresso gratuito per fiorentini), Torre d’Arnolfo (fino alle 21) e Torre San Niccolò (fino alle 20).

10)   Progettiamo la prossima vacanza

Se tutto ciò non dovesse bastare, non resta che la terapia d’urto per sopravvivere a Firenze in agosto: mettersi di “buzzo buono” a progettare la prossima vacanza.

Photo credit: immagine in evidenza – agricolturaoggi.com

Centro commerciale Gigli aperti d'agosto a Firenze

chevron_left
chevron_right