Edifici abbandonati di Firenze, il Kulanka

5 edifici fantasma di Firenze

Edifici abbandonati, fatiscenti e malridotti. Sono da anni sotto gli occhi di tutti. Ti porto alla scoperta della Firenze fantasma, tra i quartieri della città.

Il paranormale non c’entra. Quello di cui parlo è un viaggio tra i mostri urbani ai quali non c’è quartiere in città che sfugga. Lo so, la lista sarebbe ben più lunga ma per una questione di spazio cito 5 edifici fantasma di Firenze, alcuni pubblici altri privati.

Carta canta… o meglio, cantava

È a pochi passi da casa mia e probabilmente non a tutti è nota come ex cartiera delle Cure. Un casermone in via Caracciolo che giace lì indisturbato da anni. Finestre pericolanti, porte murate, la struttura è completamente transennata. Tetti traballanti e incuria fanno il resto. Pare che sia in queste condizioni da più di trent’anni e che, malgrado un incoraggiante cartello suggerisse l’inizio dei lavori fino a qualche tempo fa, la situazione non sia migliorata.

Nella vita è questione di Kul..anka

Ti ricordi l’ex Kulanka? Quello in via Luca Giordano. Ci sono passata di fronte qualche giorno fa, per caso. Quel che rimane è una pallida insegna, per il resto lo spazio – un tempo adibito agli incontri e alle assemblee – non dà segni di ripresa.

Nostalgia, nostalgia canaglia per il Lido Theatre

Apro il capitolo nostalgia con il Lido Theatre sul Lungarno Ferrucci, sede di spettacoli in vernacolo fiorentino. Anche lui si è arreso alla sporcizia e alla noncuranza lasciando in eredità ai fiorentini una scritta consumata dalle intemperie. Mi è inoltre giunta voce che il palcoscenico del teatro si sia trasformato in una sorta di deposito per le barche della società Canottieri.

Lido Theatre a Firenze

La villa abbandonata di via Barsanti

Mi sposto nel Quartiere 5 in via Barsanti (nei pressi del mercato ortofrutticolo) e mi imbatto in un’enorme villa abbandonata. Provo ad affacciarmi alle finestre e – scansando erbacce e ragnatele con l’aria di una novella Indiana Jones – intravedo soltanto qualche elettrodomestico divelto sul pavimento.

Piovono calcinacci dalla villa Campolmi

Chissà cosa penserebbe la storica famiglia fiorentina Campolmi della sua villa in via delle Muricce (traversa di via Canova). Qualche anno fa è stata occupata da un gruppo di giovani per essere poco dopo sgomberata. La struttura è abbandonata da più di 60 anni e non accenna alla ripresa. Nonostante i progetti annunciati dal Comune, quel che rimane è una manciata di calcinacci che piovono su un edificio confinante con annessa sporcizia.

Villa Campolmi a Firenze

Non posso non citare, infine, i cinema che hanno chiuso i battenti negli ultimi anni (l’Eolo, il Ciak, il Variety, il Manzoni, l’Universale, fra un po’ anche il Colonna) e sui quali abbiamo ampiamente dibattuto. Sono loro che, forse, rappresentano l’esempio compiuto del degrado di una città. Quello culturale, sempre più imperante.

chevron_left
chevron_right