Santa Croce - Viviani Elisa

4 modi per non schiantare dal caldo a Firenze

L’estate, si sa, può non concedere tregua, ma in città esistono tanti luoghi dove trovare un po’ di fresco. Ce n’è per tutti i gusti: biblioteche, musei, parchi, tutti rigorosamente “afa free”, per combattere il caldo a Firenze.

Cerco l’estate tutto l’anno e all’improvviso eccola qua. La stagione dei monsoni sembra finita – in ogni caso i miei consigli su dove ripararsi dalla pioggia a Firenze li conosci già – ed è già tempo di consigliarti qualche luogo fresco dove trovare riparo dall’afa durante l’estate a Firenze.

Il cortile di Palazzo Vecchio

Se ti trovi in centro e sei stanco di fare lo slalom tra i giapponesi sotto il solleone, il cortile di Palazzo Vecchio potrebbe fare al caso tuo. I giapponesi ci sono lo stesso, ma vale la pena fermarsi a tirare il fiato all’interno di questo splendido cortile.  

Palazzo Vecchio Cortile Michelozzo, Estate a Firenze

Mi auguro che tu abbia già visitato questo luogo a prescindere dalle condizioni atmosferiche e dal caldo a Firenze, ma se così non fosse, eccoti il cortile di Palazzo vecchio in pillole: le decorazioni sul soffitto risalgono al 1565, anno dello sposalizio tra Francesco de’ Medici e Giovanna d’Austria; al centro del cortile si trova la fontana di Francesco Tadda,  riproduzione del Putto e delfino di Andrea del Verrocchio visibile all’interno del Palazzo, nella sala degli Elementi.

La Biblioteca delle Oblate

Se come me non disponi di mezzi tecnologici dispensatori di aria condizionata, e rimanere in casa a leggere, studiare o fare ricerche su internet risulta impossibile in termini di sopravvivenza, ti consiglio di spostarti alla Biblioteca delle Oblate.

Tra le tante biblioteche fiorentine, questa è la mia preferita. L’orario di apertura va dalle 9.00 alle 24.00 dal martedì al sabato e dalle 14.00 alle 19.00 il lunedì. La biblioteca offre servizio di wifi gratuito e internet da postazione fissa per un massimo di 1 ora al giorno.

estate a Firenze

E quando sarai stanco di studiare o vorrai fare una pausa dalla lettura, c’è la caffetteria al secondo piano: venticello, riparo dal caldo e vista mozzafiato sulla cupola del Duomo, e se aspetti fino alle 19 puoi fare anche aperitivo.

Caldo a Firenze e la chiesa di Santa Felicita

Se invece ti trovi Oltrarno e sei in cerca di un po’ di fresco, fallo “ad arte”. A tre passi da ponte Vecchio si trova la splendida chiesa di Santa Felicita, dove si può entrare senza pagare il biglietto.

Nonostante la posizione di passaggio, non mi è mai capitato di trovare questa chiesa gremita di gente, forse perché l’ingresso, quasi nascosto sotto al porticato che fa da sostegno al Corridoio Vasariano, tende a non attirare troppo l’attenzione dei passanti distratti.

All’interno della chiesa di Santa Felicita sono presenti alcuni importanti capolavori rinascimentali, ma il mio preferito è senza ombra di dubbio la Deposizione del Pontormo dentro la cappella Capponi (lato destro, vicino all’ingresso).

Il Giardino dell’Orticultura

No, non mi sono dimenticata degli amanti della natura. Se sei un fan del verde e vuoi un po’ di tregua dall’afa durante l’estate a Firenze, di parchi dove andarsi a sdraiare ce ne sono un bel po’ ma, dovendo scegliere, io opterei per il Giardino dell’Orticultura in via Bolognese.

serra orticultura, caldo a Firenze

L’atmosfera che si respira in questo giardino mi ricorda quella parigina, sarà per la splendida serra di ferro e vetro in stile liberty, o magari per le soffuse luci colorate che si accendono quando tramonta il sole sopra ai tavoli che durante l’estate vengono posizionati insieme al bar di fronte alla loggetta rinascimentale.

Questo è senza dubbio un luogo all’aperto dove vale la pena andarsi a rifugiare quando si è in deficit d’aria.  Un buon rimedio contro il caldo a Firenze.

Credits fotografici: immagine di copertina – Firenze immaginaria, Elisa Viviani; tepidarium del Roster – Saiko; cortile del Michelozzo – Picturalisa; vista dalla Biblioteca delle Oblate – Valentina Fedi.

chevron_left
chevron_right