Nasce a Firenze il più grande archivio digitale della moda, Europeana Fashion

La moda finisce sul web, con oltre 700mila schede digitali di abiti e accessori. Parte da Firenze l’idea di Europeana Fashion. In città anche un convegno.

Firenze, indiscussa città natale della moda italiana, continua la sua liaison con l’arte del bel vestire grazie al web, dando alla luce il più grande archivio digitale del settore che verrà presentato in una due giorni interamente dedicata ai musei della moda e ai nuovi media.

Il 17 e 18 aprile il capoluogo toscano ospita Fashion Industry and Glam Community il convegno internazionale della comunità culturale della moda, durante il quale sarà presentato Europeana Fashion.

Si tratta del più grande archivio online dedicato al settore, che dal 2015 renderà accessibili gratuitamente a professionisti, studiosi e appassionati più di 700mila schede digitali di abiti, accessori, fotografie, manifesti, disegni, schizzi, video e cataloghi.

Dal 2012, Alessandra Arezzi Boza, direttrice della Fondazione Emilio Pucci, l’esperto di new media Marco Rendina e Dieter Suls del Mode Museum di Anversa, grazie ad importanti finanziamenti europei per oltre 4 milioni di euro, hanno dato vita a questo progetto per porre rimedio all’evidente carenza di archivi di moda digitali con contenuti affidabili e strutturati.

Europeana Fashion riunirà in un solo luogo tematico l’infinita varietà frammentaria di materiale proveniente da collezioni pubbliche e private, tra cui il Museo Salvatore Ferragamo, l’archivio Missoni e la stessa Fondazione Emilio Pucci.

L’archivio Europeana Fashion debutterà ufficialmente online il 2 maggio, con una prima selezione di 100mila elementi digitali provenienti da oltre 20 musei e istituzioni, e diventerà parte integrante dello sterminato archivio digitale Europeana che grazie ai finanziamenti della Commissione Europea attualmente offre l’accesso a 20 milioni di libri, film, opere d’arte, oggetti e documenti provenienti da circa 1500 musei, biblioteche e collezioni di tutta Europa.

Il progetto ha un cuore tutto fiorentino perché oltre alla collaborazione dei più importanti musei e archivi di moda presenti in città, è sostenuto dalla Fondazione Rinascimento Digitale, l’organizzazione senza scopo di lucro, nata per sviluppare e promuovere l’adozione di tecnologie dell’informazione e della comunicazione nell’ambito dei beni culturali, grazie al sostegno dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Europeana Fashion è quindi un importante contributo culturale che da Firenze segna  un nuovo inizio per le future generazioni di creativi e studiosi della moda di tutto il mondo.