La minigonna, cinquant’anni di femminilità

La minigonna, una delle invenzioni più rivoluzionarie e provocatorie nella storia della moda femminile, si appresta a compiere i suoi cinquant’anni.

Scandalizzò i perbenisti e portò ad una vera e propria rivoluzione nell’abbigliamento femminile, cambiando per sempre lo stile di vita di moltissime giovani. Parliamo della minigonna, uno degli elementi che, a dispetto della volubilità delle tendenze, ha sempre resistito ad ogni cambiamento, adattandosi e rinnovandosi.

Femminile, sensuale e rivoluzionaria, la minigonna nasce dalla mente innovatrice della stilista Mary Quant che, nel 1963, vende il suo primo modello nella boutique di Londra, dando il via ad una vera e propria liberalizzazione nel campo dell’abbigliamento femminile.

Fu indossata pubblicamente per la prima volta dalla giovanissima modella Twiggy e fece ben presto la sua prima apparizione anche sulla copertina di Vogue.

La minigonna diede il via ad un cambiamento profondo nel modo di concepire la moda delle giovani donne, portando all’introduzione di altri innovativi elementi nel campo della biancheria, delle calzature e dei collant.

In forme nuove, tessuti di tendenza e modelli innovativi, la minigonna resta sempre un grande punto di riferimento per l’universo femminile. In vista di questo importante traguardo facciamo un salto indietro nel tempo, ripercorrendo attraverso una gallery, i primi anni della diffusione di questa rivoluzione che in poco tempo ha coinvolto gli armadi di tutte le donne.

chevron_left
chevron_right