Beauty. Cinque regole base per essere la Make up Artist di voi stesse

Prima regola è che non ci sono regole, per quel che riguarda i colori almeno, ci sono però dei fondamenti da tenere sempre presenti.

Indispensabile è individuare il modo di valorizzare il proprio viso, senza standard. Ogni viso è particolare e unico.
Esistono però delle regole base che  non vanno mai dimenticate, le 5 regole d’oro del make up.

La matita invisibile

Indispensabile se le vostre labbra non sono perfette (o se vi piace il rossetto long-stay). Fondamentale che la riga non si veda!

Se usate la matita solo per definire le labbra, sceglietene una neutra di un colore rosato simile al tono delle vostre labbra e, dopo aver creato il contorno, sfumatelo con un cotton-fioc in modo da avere una bocca ben disegnata ma non l’effetto vorrei ma non posso.

Unica eccezione si potrebbe fare se state facendo un make up anni Novanta alla Janet Jackson, ma che la linea sia perfetta ed uniforme nello spessore.

La base è tutto

Non ci sono scuse!  La base è fondamentale, potete scegliere a seconda della vostra pelle, fondotinta in crema o compatto, per pelli giovani o liftanti per pelli mature, crema colorata, o la nuova tendenza, il fondotinta minerale.

Comunque sia, da scegliere nel tono più vicino al colore della vostra pelle (la sciagurata abitudine del fondotinta più scuro perché facesse effetto abbronzatura deve rimanere un ricordo lontano) se vi sembra di non trovarlo, potete comunque mescolare due toni di fondotinta per ottenere il vostro, e controllate il colore sempre alla luce del sole.

In ogni caso, se uscire di casa senza trucco non trasgredisce alcuna regola, mettere rossetto e/o ombretto senza base è assolutamente da evitare.

Il trucco, per lieve che sia è una questione di composizione e anche di armonia, la base uniforma il viso e crea il presupposto a quest’insieme armonico.

Make up fuori dal letto

Regola inderogabile, prima di mettersi a dormire togliere il trucco. Sempre.

Rispettare e prendersi cura della pelle è la regola fondamentale per mantenerla bella a lungo. Il procedimento ideale prevede l’uso di uno struccante per occhi e un latte detergente per il resto del viso.

Esistono comunque tanti buoni prodotti due in uno, che per le più pigre sono una manna dal cielo. Levate il trucco, sciacquate il viso, una buona crema da notte e sogni d’oro.

Poco ma buono

Un insieme di tips su come tenere i cosmetici. I cosmetici vanno tenuti con cura, per legge hanno una scadenza (quel tappino con un numero stampato sui prodotti indica la scadenza a prodotto aperto) quindi tenetela d’occhio, in particolare per i prodotti cremosi.

Quando un prodotto cambia consistenza o odore buttatelo, disfatevi dei prodotti aperti vecchi, infondo gli indispensabili nel vostro beauty case sono davvero pochi, quindi non usate il fondotinta lasciato abbandonato per mesi e mesi ma decise, buttatelo via.

I prodotti in polvere sono più duraturi (ombretti e phard), un piccolo trucco per farli durare a lungo è quello di spruzzare un po’ d’alcool di tanto in tanto sulla superficie.

Altra regola fondamentale è che lo spazzolino del mascara va girato nel contenitore, evitando assolutamente il movimento su-giù che immette aria nel prodotto e lo fa seccare. Un buon mascara, conservato bene e usato tutti i giorni dovrebbe durare 3 mesi.

Il ritocco è un’arte

Ritoccare il trucco è quasi obbligatorio, il caso del rossetto è forse il più comune, ma con attenzione si può anche ritoccare per esempio, una base leggera ottenuta con crema colorata o fondotinta minerale.

Se invece avete fatto un trucco più strutturato, con base, fondotinta, correttore e cipria, sono concessi solo piccoli ritocchi specie se non siete esperte, perché l’effetto sarà quasi sempre un pasticcio.

Quindi, se dopo una giornata a lavoro dovete uscire la cosa migliore è togliere il trucco e rifarlo, il risultato sarà dieci volte meglio dandovi un aspetto fresco. Con un po’ di esercizio un trucco base, semplice, non vi dovrebbe rubare più di 10 minuti.

 

chevron_left
chevron_right