Amatele e desideratele. Le 10 borse più belle di sempre

Cosa fa assurgere una semplice borsa al rango di it-bag? La sua capacità di resistere ai cicli e ricicli della moda ma, soprattutto, alle spietate sentenze delle fashion-addicted.

Una top ten delle borse più amate, acquistate ed agognate. Una missione impossibile (o quasi). Ci facciamo largo tra pelle, suède, catene e loghi, provando a stilare una piccola lista che non ha pretesa di completezza. Ecco a voi la nostra selezione, per farvi un po’ fantasticare.

CHANEL 2.55

Che si tratti della versione classica nata direttamente dalla mano di Coco Chanel o di quella più moderna, rinnovata dal “Kaiser” Karl Lagerfeld, rimane l’indiscussa regina. Un sogno di pelle matelassé sorretta da una tracolla a catena che dal febbraio del 1955 regala un allure indiscutibilmente sofisticata.

HERMES BIRKIN

Jane Birkin ispirò questa capiente borsa di Hermès dal sapore boho-chic che tutt’oggi porta il suo celebre nome. Liste d’attesa chilometriche, decretano il successo di un accessorio must-have, per chi può.

HERMES KELLY

Rimane in casa Hermès il terzo posto della nostra classifica. Da quando Grace Kelly nel 1958 nascose la sua maternità coprendosi il grembo con questa piccola borsa, questa conquistò il nome della principessa e il cuore di milioni di donne, rimanendo per sempre, la “Kelly”.

LADY DIOR

Un’altra celebre dedica è quella che la maison Dior fece a Lady Diana. Così nasce la Lady Dior, dall’ennesimo omaggio ad una delle personalità più chiacchierate, amate, odiate e venerate tra gli anni ottanta e novanta. Una trama inconfondibile nella sua bellezza, rombi e croci che si intersecano in sapienti impunture.

GUCCI BAMBOO

Da poco celebrata in una mostra che ripercorre i 64 anni dalla nascita di questo iconico pezzo, la Bamboo di Gucci rimane una scelta di gusto, declinata nella classica versione o in quella più recente reinterpretata dal direttore creativo Frida Giannini.

FENDI PEEKABOO

Una miriade di colori vestono la Peekaboo Bag di Fendi che nasconde al suo interno un dettaglio in più. Pattern animalier, floreali o tinte unite che invitano chi la indossa a lasciarla aperta con un fare distratto, mostrando con disinvoltura un armonico contrasto.

BALENCIAGA

Che sia una First, una City o una Weekender  la Balenciaga pretende (ed ha) un posto di tutto rispetto nell’avambraccio di fashion bloggers e celebrities. Dai toni pastello a versioni coloratissime fino al nero, un evergreen perfetto per la città.

YVES SAINT LAURENT MUSE

E’ stata riprodotta, modificata, le è stata cambiata pelle e colore ma è rimasta sempre lei: la Muse di Yves Saint Laurent. Celebri scatti la immortalano indossata da Kate Moss, sia nella sua storica versione, sia nella più moderna “Muse Two”.

DOLCE & GABBANA MISS SICILY

Sartorialità, sensualità, sicilianità. Le tre “S” di Dolce&Gabbana ben descrivono la Miss Sicily, un accessorio nato per celebrare una terra, la Sicilia, tanto cara ai due designers. Stampe floreali, animalier, color block, paillettes, pizzo, trasparenze ci fanno respirare profumo di mediterraneo in chiave vintage.

LOUIS VUITTON SPEEDY

Segni particolari? Monogram. La Speedy Bag by Louis Vuitton chiude il nostro piccolo elenco. Imitata, venerata e da alcuni anche bistrattata, spopola da anni per le vie di tutte le città conosciute e sconosciute. Nato come prodotto di lusso e quindi, di per sé, per pochi, si è trasformato rapidamente in un accessorio cult per i più. Merito anche del prezzo, decisamente più abbordabile rispetto alle celebri compagne presenti in questa classifica. Cosa dire quindi? Grazie Louis per permetterci di stringere tra le mani un piccolo angolo di fashion paradise!

chevron_left
chevron_right