Di quanti amici abbiamo bisogno?

Quanti amici avete su Facebook? Alcune migliaia? Allora ci deve essere qualche errore. I nostri geni contengono istruzioni molto chiare in merito: non è umanamente possibile avere più di 150 amici.

Questa è la tesi sostenuta da Robin Dunbar, professore, antropologo e psicologo evoluzionista, che ha concluso oggi con il suo intervento, il Festival della Scienza (150 e oltre) a Genova.

Negli anni ’90 egli ha dimostrato come, in qualsiasi contesto e periodo storico, gli esseri umani riescano a mantenere relazioni significative con un massimo di 150 individui. Oltre questa soglia non si è grado di tenere traccia di tutti i membri del gruppo e i rapporti tendono inevitabilmente a deteriorarsi.

 

Secondo l’emerito professore dell’Università di Oxford, inoltre, l’inizio di una nuova relazione amorosa, comporta (alla luce di questi dati) la perdita di almeno un amico e di un familiare, egli afferma infatti: “Quando si inizia una storia d’amore si perde almeno un amico e un parente. Solo che il familiare con il tempo ti perdona e lo recuperi, mentre l’amico no, lo perdi per sempre. E la causa non sta in un aut-aut del nuovo partner, ma nel fatto che si ha molto meno tempo da dedicare all’amico”.

In passato si diceva che chi trova un amico trova un tesoro, ma, a quanto pare, chi trova un amore perde un amico. Tutta questione di “economia mentale” dunque: abbiamo a disposizione una data quantità di “Amore” e se abbiamo la fortuna di innamorarci (e di essere ricambiati) il tempo, l’affetto e le attenzioni che indirizzeremo all’amato saranno sottratte agli amici e alla famiglia. Chi può dire di non essersi mai sentito dire “Da quando ti sei fidanzato/a non mi pensi più”? Non è colpa della nostra volontà, ma del nostro cervello.

La scienza ci obbliga dunque a fare una “scelta” tra amicizia e amore? È tutta una questione di numeri?

Pare di sì e le ragioni sarebbero insite nel nostro DNA. Ricerche dimostrano, infatti, che la neocorteccia cerebrale è in grado di gestire un massimo di 150 tipi di relazioni: è questo il numero di “rapporti” che ci permette di essere altruisti senza avere un senso di obbligazione verso gli altri. 5 gli amici stretti, 15 al massimo quelli con cui possiamo avere relazioni importanti ma meno intense. I dati sembrano confermare le statistiche di Facebook, secondo cui l’utente medio presenta circa 130 amici.

Bando al romanticismo dunque. L’amore, come l’amicizia, è tutta questione di matematica.

Io, personalmente, credo più nella chimica. E voi, quanti amici avete?

chevron_left
chevron_right