La migliore offerta, il nuovo film di Giuseppe Tornatore

Ultimo ciak per il regista Giuseppe Tornatore che dirige La migliore offerta, una storia d’amore e di trasformazione dalle atmosfere misteriose. Con un cast e ambientazione internazionali.

Svolta radicale per il regista premio Oscar che sposta l’obiettivo dalle scene autobiografiche di Baarìa a quelle dal sapore mitteleuropeo dell’ultimo film: La migliore offerta. Una storia d’amore fuori dagli schemi, ambientata nel mondo delle aste e raccontata con un tono narrativo che sfiora il thriller.

La trama è ancora top secret, ma il cineasta siciliano rivela qualche anticipazione: «Nel mondo delle aste la migliore offerta è la più alta. Negli appalti, invece, è la più bassa. In amore non sai mai qual è l’offerta migliore per riuscire a conquistare una persona».

La pellicola è stata girata in inglese tra Praga, Vienna, Trieste e Bolzano, seguendo lo stile cinematografico da film giallo classico.

Un cast internazionale, dove compaiono Jeoffrey Rush (un battitore d’aste inglese), Jim Sturgess (un abile restauratore), Donald Sutherland (il migliore amico del battitore) e Sylvia Hoeks (una cliente della casa d’aste). Le musiche sono state composte dal formidabile Ennio Morricone.

Uno sguardo sul protagonista che subirà una trasformazione della sua personalità. Grazie all’amore? Dovrete avere solo un po’ di pazienza.

chevron_left
chevron_right