Il ragazzo del futuro. Auguri a Michael J. Fox

Simbolo indiscusso degli anni ’80 e della loro spensieratezza, l’attore compie oggi 51 anni. Restando un emblema d’inguaribile ottimismo.

Un metro e sessantatre, occhi chiari, sorriso aperto e un’irrefrenabile voglia di vincere. Questi i segni particolari di Michael J. Fox, stella lucente nel firmamento di Hollywood nei favolosi anni ’80, ancora oggi indimenticato interprete di grandi cult movie.

Un esordio televisivo, un’ascesa repentina al grande schermo, tragicamente interrotta in seguito alla diagnosi del morbo di Parkinson. Che non è comunque riuscita a scoraggiare questo lucky man, come lui stesso ha scelto di definirsi.

Il 1985 è l’anno della svolta. I suoi tratti adolescenziali lo rendono l’interprete ideale di Ritorno al futuro, un time warp esilarante e godibilissimo. Michael è il diciottenne Marty Mc Fly, un ruolo a cui resterà sempre legato. In una storia che supera i confini tra presente, passato e futuro.

Nello stesso anno esce Voglia di vincere, dove veste i panni di Scott, un adolescente vittima della licantropia. Che lo renderà un asso del basket. Un altro successo al botteghino, un teen movie che lo consacra definitivamente come attore comico.

Smessi i panni dell’attore, Michael è oggi impegnato nella lotta contro il Parkinson, senza mai dimenticarsi di omaggiare quei ruoli che l’hanno reso famoso.

Un eterno ragazzo dall’entusiasmo dilagante, a cui certo non possiamo recriminare di essere un fifone. Un grande interprete quindi, per cui siamo stati pronti. E che, ne siamo certi, anche ai nostri figli piacerà.

Michael J. Fox – la frase celebre

“Sono tornato, sono tornato dal futuro.”
(Ritorno al futuro, 1985)

chevron_left
chevron_right