Il Grande Gatsby firmato dal regista Baz Luhrmann

Ricordate le ambientazioni pop-urbane di Verona Beach e la Parigi bohèmienne di Moulin Rouge? Se la risposta è affermativa, non perdetevi il remake de Il Grande Gatsby girato da Baz Luhrmann.

La pellicola, ispirata all’omonimo romanzo di Francis Scott Fitzgerald, porta con sé i tratti peculiari del regista australiano: colori saturati, scenografie pompose, costumi curati e impeccabili.

Uno stile volutamente sopra le righe, estroso e accattivante, dal ritmo vorticoso, con un montaggio frenetico che viene impreziosito da influenze contemporanee, a partire dalla colonna sonora. Un’esagerazione visiva accompagnata dai brani ritmati di Jay-Z e Kanye West e Jack White.

Luhrmann non è l’unico a essersi cimentato nella trasposizione cinematografica del romanzo – simbolo dell’età del jazz. Ricordando la versione diretta da Jack Clayton, accompagnata dalla sceneggiatura di Francis Ford Coppola, viene quasi spontaneo giocare a trovare le differenze: Luhrmann punta sulla spettacolarizzazione scenica, mirando a far luccicare ogni singolo lustrino nella New York anni ’20.

Una metropoli inghiottita dal caldo e dagli intenti espansionistici, che di lì a poco sarebbero crollati sotto le macerie della Grande depressione.

Robert Redford, Mia Farrow e Sam Waterstone saranno sostituiti dal trio Leonardo Di Caprio, Carey Mulligan e Tobey Maguire che interpreteranno rispettivamente Jay Gatsby, Daisy Buchanan e Nick Carraway.

L’uscita nelle sale italiane è prevista per il 18 gennaio 2013.

Per chi avesse voglia di fare un tuffo nel passato, senza tralasciare vestiti con le frange e alcolici sotto banco, ecco il trailer: dedicato alle flappers e ai gentlemen più curiosi.

chevron_left
chevron_right