Happy Feet 2, dal 25 novembre Mambo torna a ballare!

A cinque anni di distanza George Miller dirige in 3D il sequel della fortunata saga dei pinguini ballerini.

Il nuovo arrivato

Mambo, il re dei tip tap e leader della comunità dell’Antartide, questa volta è alle prese con il piccolo Erik, avuto dalla dolce Gloria.
Il cucciolo, diverso dai suoi simili, è restio a imparare l’arte del ballo. Si cimenta, incoraggiato dal padre, ma con pessimi risultati, la danza per lui diventa una vera e propria ossessione, ma in senso negativo. Non sembra trovare il suo posto nel mondo.

Deluso e amareggiato, Erik scappa con il simpatico Ramon che lo conduce nella sua terra: Adelia, dove incontra Sven, un pinguino dal becco pronunciato che sa volare.

Mentre Mambo si mette alla ricerca del figlio, la comunità dei Pinguini Imperatore viene minacciata dall’innalzamento delle temperature e dallo scioglimento dei ghiacciai.
Dopo il ricongiungimento con il figlio, Mambo si prodiga per salvare la comunità, rivelandosi un eroe e un padre modello per il suo amato figlio.

Bentornati in Antartide con un cast arricchito

Un musical che celebra temi importanti, quali il rapporto padre-figlio, il rispetto per l’ambiente, la solidarietà e la fiducia in se stessi.
Essere originali è un pregio e ognuno di noi può contribuire al bene di tutti. Mambo, da ballerino spensierato, diventa un padre che si preoccupa di insegnare al figlio ad affrontare la vita e ad apprezzare le proprie qualità.

George Miller si avvale della tecnica 3D, per spettacolizzare le coreografie danzanti della comunità di pinguini, l’impeccabile fotografia e valorizzare un paesaggio mozzafiato.
Sulla falsariga del cartoon L’era glaciale si sviluppa una storia nel mondo marino, parallela a quella dei pinguini, introducendo nel cast una coppia di gamberetti, Will e Bill, decisi a sovvertire la catena alimentare.
I due esilaranti krill sono doppiati da Linus e Nicola Savino, mentre per gli altri personaggi si sono prestati Beppe Fiorello, Pierfrancesco Favino, Massimo Lopez, Nathalie e Gigi Proietti.

Musiche travolgenti di vari generi e balletti effervescenti, creati dal celebre ballerino di tip tap Savion Glover, sono gli ingredienti che decretano il successo del film d’animazione targato Warner, già premio Oscar nel 2006 per il primo capitolo.
Questo sequel, che segue narrativamente le tracce del predecessore, però pecca per la storia semplice e lineare.
Impresa ardua sarà conquistare il pubblico adulto.

chevron_left
chevron_right