Rassegna Cinema Giapponese Firenze

Ecco l’Impero del Sol Levante: rassegna di cinema giapponese a Firenze

Dal 22 al 25 maggio arriva all’Odeon la manifestazione dedicata al cinema made in Japan. 19 titoli ed eventi collaterali per scoprire il Giappone contemporaneo.

La primavera orientale è sbocciata anche nella culla del Rinascimento. A fare da cornice alle sue incredibili gemmazioni il cinema Odeon, dove dal 22 al 25 maggio si svolgerà la Rassegna di cinema giapponese

6 i registi presenti e 19 le pellicole in programmazione, per esplorare orizzonti e sensibilità di una cultura lontana tra documentari, cortometraggi, anteprime mondiali e i tradizionali anime.  

Un’offerta variegata e di altissimo livello quindi, improntata su una molteplicità di stili e sguardi, stavolta rigorosamente puntati sulla contemporaneità del Paese del Sol Levante. 

Rassegna Cinema Giapponese firenze

Il programma della Rassegna di cinema giapponese

Apertura in grande stile per la terza edizione del Festival, il 22 maggio, con l’anteprima mondiale di Fruits of faith (2013) di Nakamura Yoshihiro, la storia vera dell’agricoltore Akinori che decide di cimentarsi nella coltivazione di mele biologiche, una sfida apparentemente impossibile.

Si prosegue il 23 maggio con il chambara (termine giapponese con cui si indicano le pellicole di cappa e spada) Rurouni Kenshin (2012) di Keishi Ōtomo, il corto animato Soldier School (2012) firmato da Saya Ito, dove si racconta una scuola militare in cui i ragazzi vengono sottoposti a terribili condizionamenti, e infine The Kirishima Thing (2012) di Daihachi Yoshida, trionfatore alla 36° edizione dei Japan Academy Awards.

rassegna di cinema giapponese odeon

Una programmazione eclettica anche nella giornata del 24 maggio, con un omaggio al maestro Nagisa Ōshima, scomparso nel 2013.

Il cineasta giapponese, famoso in Europa per lo scandaloso Ecco l’impero dei sensi (1976), verrà ricordato con la proiezione di The sun’s burial (1960), un racconto sublime e crudelissimo sulla malavita di Osaka. 

La serata continua all’insegna della comicità disarmante con l’imprevedibile commedia Key of life (2012) di Kenji Uchida e Dead Sushi (2013) di Noboru Iguchi, un horror-splatter dai toni surreali, dove la celebre pietanza giapponese si trasforma in una macchina di morte a causa di un misterioso virus.

rassegna cinema giappone

Accanto alla vasta offerta cinematografica, segnaliamo la sezione documentaristica, in cui le pellicole offriranno resoconti inediti sui terribili fatti di Fukushima del 2011. 

Un’occasione per riflettere su uno dei disastri più sconvolgenti degli ultimi anni, stavolta da un punto di vista interno, quello di un Paese che ha toccato con mano la tragedia del nucleare e che adesso cerca di risollevarsi. 

Eventi collaterali made in Japan

Non solo film: a impreziosire la Rassegna di cinema giapponese una serie di eventi collaterali dedicati alla tradizione culinaria e artistica del Sol Levante.

Aperitivi italo-giapponesi, pranzi e cene tradizionali arricchiranno il Festival per tutta la sua durata, offrendovi al possibilità di assaporare il meglio della cucina sappari.

Sabato 25 maggio si svolgerà invece la conferenza sul cinema giapponese contemporaneo, dove interverranno la professoressa Roberta Novielli e i registi presenti alla manifestazione, mentre l’illustratrice Tomiko Han, collaboratrice del regista Takeshi Kitano, terrà una serie di workshop sulla tecnica d’incisione della gomma presso il bookshop di Palazzo Stozzi. 

La primavera è arrivata quindi, impossibile resisterle. Soprattutto se ha i colori e i suoni del lontano oriente. 

chevron_left
chevron_right