23 – 29 settembre: I migliori film nelle sale fiorentine

La pelle che abito

È il periodo dei grandi registi, dopo Polanski con Carnage, questa settimana tocca a Pedro Almodovar, che, come il collega franco-polacco, trae ispirazione da un racconto: “Mygale”, di Thierry Jonquet.

Il film, presentato al festival di Cannes, ha come protagonista uno stimato chirurgo plastico che metterà in atto una crudele vendetta contro l’uomo che gli ha violentato la figlia.

La pellicola ha trovato pareri discordanti da parte della critica ma come tutti i grandi registi non possiamo non segnalarvelo, al massimo uscirete dal cinema dicendo “Almodovar non è più quello di prima”. E poi c’è il ritorno a casa del figliol prodigo Antonio Banderas.

COLONNA ATELIER
Lungarno F. Ferrucci  23  Tel: 055/6810550
17:15 |19:30 | 21:45

FLORA ATELIER
Piazza  Dalmazia  2r  Tel: 055/4220420
16:00 | 18:15 | 20:30 | 22:45

 FULGOR
Via Maso Finiguerra   Tel: 055/2381881
18:00 20:15 22:30

UCI CINEMAS FIRENZE
Via  Del Cavallaccio   Tel: 892 960
16:45 | 19:30 | 22:10

Io sono Li

Finalmente riapre lo Spazio Uno con l’opera prima di Andrea Segre, documentarista veneziano.

Shun Li, come migliaia di ragazze cinesi, lavora nel tessile della periferia di Roma per riuscire a portare il figlio di otto anni in Italia. Quando viene trasferita a Chioggia, conosce Bepi, pescatore di origini slave. La loro relazione scatenerà non pochi turbamenti tra le due comunità.

L’incontro di due solitudini, volendo esagerare un “Lost in Translation de noattri”.

Sabato 24/09 ore 20:40

saranno presenti in sala per l’anteprima il regista Andrea Segre e Giuseppe Battiston.

SPAZIO 1
via del Sole 10   Tel: 055/284642
16:30 | 18:30 | 20:40 | 22:40

Le donne del 6° piano

“I padroni devono stare insieme ai padroni”.

Parigi, anni 60, un agente di cambio rigido e borghese scopre che al sesto piano del suo palazzo abitano sei donne spagnole. Dopo la dipartita della vecchia governante, Jean-Louis assume la nipote di una di loro, che gli farà conoscere un mondo totalmente diverso rispetto a quello in cui lui ha sempre vissuto.

Si può cambiare a 60 anni? Se in “Io sono Li” c’è l’incontro tra due solitudini qui vi è l’incontro tra due classi sociali. Il film è nelle sale da un po’ ma è sempre una piacevole alternativa ai blockbuster appena usciti.

SALA ESSE
Via del Ghirlandaio, 40, Firenze – 055 66643
‎21:15‎

Cineteca di Castello

La Cineteca di Castello è sempre un’ottima scelta per gli amanti del cinema.

Questa settimana è dedicata ad una retrospettiva su Edward Hopper, pittore newyorkese famoso per i suoi ritratti dedicati alla solitudine.

Segnaliamo in particolare, la giornata di martedì 27 con tre film di grandi registi:

18.00 LA ROSA PURPUREA DEL CAIRO (The Purple Rose of Cairo) di Woody Allen

19.30 THE LIMITS OF CONTROL di Jim Jarmusch

21.30 BLOW-UP di Michelangelo Antonioni

Cineteca di Castello
Via Reginaldo Giuliani, 374, 50141 Firenze.
Telefono: 055 450749

BIGLIETTI:
Tessera d’adesione 2011 valida da gennaio a dicembre obbligatoria. Nuovi tesserati: 3 €
Pomeriggio: 4 € (interi) 3€  (ridotti studenti e over 65). Preserale: 4€. Serale: 4 €
Giornaliero: 7 €. Prime due fasce: 5 €. Seconde due fasce: 6 €. Abbonamento programma: 50 €.

 

chevron_left
chevron_right