Pitti in Wonderfood. Quando il cibo diventa fonte di ispirazione

Sarà il cibo la linea guida e musa ispiratrice dei saloni estivi di Pitti. Un tema radicato profondamente nella tradizione italiana, capace allo stesso tempo di trovare forme di espressione sempre nuove. Proprio come la moda e le sue creazioni.

Una consacrazione del cibo e del suo grande valore culturale. Sono queste le principali motivazioni che hanno spinto ad adottare il tema food nell’allestimento dei saloni estivi di Pitti Immagine.

Un binomio alquanto gustoso che propone una riconsiderazione del cibo e delle sue semplici radici, iniziando proprio dai luoghi nei quali esso nasce, cresce e viene prodotto.

La Fortezza da Basso e il suo grande piazzale faranno da sfondo al tanto atteso Wonderfood Pitti nel quale, tra verdura di stagione, particolari composizioni di frutta, punti ristoro ed orti originali, spiccheranno ben 30 spaventapasseri-manichini rigorosamente fashion.

Vestiti rispettivamente da 30 brands internazionali, scelti ovviamente tra quelli che andranno ad esporre a Pitti Uomo, attraverso dei capi appositamente realizzati. Con un grande orto al centro della Fortezza, nel quale ognuno potrà coltivare il proprio frutto. Il tutto all’insegna del comfort food  e del benessere.

Una chiave di lettura davvero originale che verrà utilizzata anche in Dogana per Pitti W e che è stata in parte già proposta con Taste – In viaggio con le diversità del gusto, nel marzo scorso presso la stazione Leopolda di Firenze, dedicato alle eccellenze del gusto e del food lifestyle.

In attesa dell’evento date un assaggio alla gallery. Non avete già l’acquolina in bocca?

chevron_left
chevron_right