Tubismo. Il colore dal tubetto che si fa arte

Al Present Contemporary Art Space di via dei Serragli, una mostra dell’artista croata Azra Huskich, fino al 25 maggio.

Se dell’arte vi incuriosisce l’aspetto tecnico e materico e se del contemporaneo vi affascina l’estro e la forma con la quale gli artisti si esprimono, la mostra di Azra Huskich è da vedere.

Gli ingredienti ci sono tutti, intensità, colore, prepotenza, ma anche una certa armonia delle forme ed effetti luminosi particolari.

Decisamente, Azra mostra la forza della materia, espressa con intensità ma allo stesso tempo domata dentro la forma costretta ottenuta facendo fuoriuscire il colore dal tubetto. Una tecnica particolare che l’artista ha definito tubismo, un modo di dare forma con la forma, di gestire una materia debordante in modo sistematico e vibrante.

Un puntinismo rock di volta in volta spiritoso, delicato, astratto e sempre, scomposto con ordine.

Azra Huskich vive in Italia da quasi vent’anni, ha studiato calligrafia all’Accademia di Belle Arti e dal 2005 ha cominciato a dipingere, ha inventato un suo modo di esprimersi che poi ha definito tubismo. Il colore è usato spremendolo direttamente dal tubetto a formare diverse sagome a punta che, ravvicinate, strutturano le sue opere.

chevron_left
chevron_right