The wings of Colours

Raymond Hoogendorp giovane artista olandese che gioca con il colore e la sua forma, è in mostra alla Present Art Space gallery di via dei Serragli. Fino al 18 febbraio.

Gli innamorati di quella pittura vitale, vibrante e frenetica che è propria dell’action painting o dell’espressionismo americano, troveranno un certo appagamento nelle tele di Hoogendorp.

Il suo modo è vigoroso, allegro, gioioso nel senso che tutta questa ricerca e azione hanno una certa spensieratezza. La frenesia del gesto non è tormento, è energia vitale che dilaga, che si mitiga solo nelle parti dove il colore è usato a spessore in modo denso e controllato.

Una perfetta linea retta, una spirale, una chiave di violino, il suo nome, un contrappunto inaspettato che però non si oppone al movimento doppio del colore che tracima e poi cambia direzione, anzi lo esalta.

La pittura di Hoogendorp ha il carattere spensierato di un gioco, è perfetta nelle grandi dimensioni perché lo spazio esalta le infinite possibilità dell’incontro colore-azione.  Nelle dimensioni più ridotte il controllo è dovuto, ma la forza vitale pare ammiccare, suggerirti che se lo osservi bene ne sarai avvolto.

Raymond Hoogendorp artista già affermato in Olanda ha esposto  in Europa, a Tokyo, a Bali e ora, per la seconda volta, dopo la partecipazione all’VIII biennale dell’arte contemporanea, a Firenze.

Alla Present Art  Space gallery, un piccolo gruppo di tele che racconta le varie sfumature di questa ricerca. In questo ambiente, non molto grande ma perfetto nel bilanciare antico e ultra moderno, le tele di Raymond definiscono lo spazio, decidono la luce, creano l’atmosfera e la tentazione di accomodarsi in una delle sedute di design e godersi una buona lettura in questa galleria-salotto è quasi inevitabile.

chevron_left
chevron_right