Paolo Bocci fotografo. Un viaggio di 30 anni tra Occidente Africa e Oriente

Dal 3 al 28 dicembre il circuito museale di Palazzo Medici Riccardi ospita la mostra che è anche un omaggio a Paolo Bocci, fotografo fiorentino, che da agronomo tropicale ha viaggiato per più di trent’anni tra Africa, America latina e Oriente.

In mostra, 200 fotografie in bianco e nero delle quali molte stampate da Bocci stesso e che costituiscono una personale che racconta la sua storia.

Dagli inizi in Italia negli anni ’50, all’ incontro con la scuola della fotografia marchigiana quando nel ’57 entra nell’associazione Misa di Senigallia (con, tra gli altri, Giacomelli, Camisa, Branzi) in pratica semplicemente quelli che hanno  rivoluzionato la fotografia italiana quando ancora era  legata a doppio filo al pittorialismo!

Tre sezioni organizzano gli scatti secondo tre scansioni temporali e geografiche: opere dal 1953 al 1957 scattate in Italia, poi le immagini d’Africa dal 1958 al 1971 e infine una serie di immagini  riprese in Oriente durante il decennio 1960-’70.

 

 

chevron_left
chevron_right