L’ironia macabra nei gioielli di Alessandro Gaggio

Inaugurerà il 21 giugno presso la Galleria Botticelli l’installazione  Alessandro Gaggio. Una giusta ribellione. Gioielli-scultura sospesi tra enigma e fascino.

Teschi, totem, uomini medusa, arlecchini e altre strane figure. I gioielli di Alessandro Gaggio sono creazioni che escono dall’usuale per stupire e attrarre chi le osserva. Pezzi unici realizzati con la collaborazione di Francesco Bianchi e nati da esperienze dell’artista, film, libri e leggende che egli ha incontrato lungo il suo cammino.

Queste creature enigmatiche sospese tra il macabro e l’ironico prendono vita dal bronzo, dall’argento e dalla creta smaltata. Materie plasmate dalle mani sapienti del poliedrico artista Alessandro Gaggio, dalle quali nascono anche sculture in cera, materiali preziosi e terraglia smaltata.

L’installazione Una giusta ribellione, che inaugurerà il 21 giugno alle 18,30, fa parte degli eventi collateriali di Pitti Immagine Uomo 82. Per l’occasione le creazioni dell’artista fiorentino saranno indossate dalle antiche sculture in marmo e in legni policromi presenti nella galleria. Completano la serata musiche e letture “rivoltose”.

Alessandro Gaggio è un eclettico artista che fa parte della vita culturale underground fiorentina fin dagli anni ’80. Ha lavorato per firme del calibro di Valentino, Gucci, Fendi e Moschino, per le quali ha progettato accessori e stampe per tessuto. E’ anche decoratore, illustratore, scenografo e costumista teatrale.

 

chevron_left
chevron_right