Il cielo provvisorio. Una mostra di Andrea Paoletti e Iacopo Castellani

In via maggio 60/r presso Eclectic Home, una mostra  che racconta l’incontro perfetto tra due personalità che fanno arte con due modalità diverse, apparentemente poco compatibili. Fino al 16 giugno.

Andrea Paoletti è un fotografo, visioni pulite, raffinate, a volte iconiche; Iacopo Castellani è un artista, uno sperimentatore che gioca con la materia e i materiali.

Il loro lavoro una miscela di questi due mondi. Se l’incontro, non pare impossibile, si potrebbe almeno dire improbabile o difficile, di quelle cose che paiono non poter funzionare.

Invece, queste due personalità forti hanno saputo trovare un modo, una via espressiva che li compensa a vicenda, esaltando le qualità singole in composizioni ben calibrate e strutturate.

Paoletti fotografa il cielo nelle sue infinite forme possibili, Castellani interviene sulle immagini con la materia, vari elementi, tra i quali la resina mostra gli effetti più particolari. Interventi forti ma non soverchianti, come se l’opera prendesse forma solo così, a quattro mani.

Il risultato è molto interessante proprio per l’equilibrio e la pulizia di questa doppia visione, dove il cielo rimane protagonista perfetto e spettatore della materia che lo esplora.

In mostra, si possono vedere anche alcune immagini provenienti dal primo bellissimo nucleo di collaborazione tra i due artisti, elaborazioni con resina di alcuni scatti di viaggio.

chevron_left
chevron_right