I pennelli di Vinanti colorano la biblioteca del Palagio di Parte Guelfa

Fino al 7 gennaio nella  Sala dei Consoli della Biblioteca del Palagio di Parte Guelfa è esposto un insieme di dipinti del fiorentino Vinanti.

Quella di Maurizio Vinanti, non è una vera e proprio mostra, si potrebbe più definire una chicca, un piccolo gioiello moderno e surreale nello scrigno medievale dell’ex chiesa di Santa Maria Sopra Porta.

Nella sala di lettura delle riviste della biblioteca troverete questo piccolo corpus di opere di e per Firenze, la città raccontata attraverso un viaggio surreale e un po’ magico.


I luoghi simbolo visitati e attraversati da un sogno di colori accesi e brillanti con personaggi fantastici che si aggirano protagonisti in questa irreale-surreale Firenze.

L’esperienza è duplice, non solo conoscere l’opera di questo artista splendidamente insolito ma anche riscoprire sotto una luce nuova e immaginifica scorci di città dal sapore onirico e fiabesco, le brevi poesia di Carla Adamo che accompagnano ogni dipinto segnano un filo conduttore che rende il tutto definitivamente poetico.

Da non perdere se Firenze non vi annoia mai, se siete dei curiosi un po’ sognatori e se avete con voi un figlio, un nipote o un fratellino che volete vedere sgranare gli occhi.

chevron_left
chevron_right