Caparbiamente. Guardare in alto

Fino al 14 gennaio Le opere di Berti alla Frittelli Arte contemporanea. Guardare in alto è il tema di questo insieme di opere che raccontano il lavoro dell’ artista fiorentino, durante tutti gli anni ’80.

Prorogata fino al 19 febbraio

L’ultimo spunto, l’ultima idea alla quale lavora fino al momento della morte nel 1991. Ultimo spunto ma non nel senso di finale, infatti il suo motivo grafico pare rigenerarsi in continuazione, l’impressione è sempre quella vivida e forse vertiginosa della ricerca nel suo pieno.

In mostra venti opere; uno sguardo alle grandi costruzioni, allo slancio, l’energia che pare sostenere e tendere al tempo stesso edifici di segni che da questi sono formati e tagliati nello stesso tempo. La tensione ha molte sfumature espresse con avverbi che accompagnano il titolo ricorrente in tutta la serie “fortemente” “fermamente” “chiaramente”

Per Berti la dimensione del costruire è fondamentale e il segno che crea e distrugge una questione basilare. E questo conflitto è un messaggio alla società, all’uomo di oggi e di domani.

E allora,  guardiamo in alto. Caparbiamente.

 

chevron_left
chevron_right