Billboard project. I pannelli di Patrick Mimran che parlano d’arte

Vi abbiamo parlato della mostra di Patrick Mimran al Museo Alinari della Fotografia e vi abbiamo anche raccontato del suo essere un artista in senso ampio.

La mostra, Symbols as symptoms al Mnaf, è di fatto un interessante insieme di stimoli che spingono ad andare oltre e cercare di conoscere più e meglio il lavoro di questo eclettico artista.

Per questo, abbiamo deciso di mostrarvi le immagini del suo Billboard Project, quasi una campagna d’affissione artistica, un esperimento, una provocazione interessante e unica.

Nel 2001 nel quartiere di Chelsea, New York, sede di moltissime galleria d’arte, Mimran affida le sue riflessioni sull’arte in forma di frasi lapidarie, cambiate a scadenza regolare, a un cartellone pubblicitario fra la 24a strada e la 10a Avenue.

Pensieri sull’arte, il mercato e il mondo dei galleristi, espressi con ironia e persino disprezzo per il sistema del commercio dell’arte. Il Billboard Project ha suscitato interesse e stimolato reazioni tanto che il progetto è stato molto chiaccherato anche su tutta la stampa newyorkese.

Da quell’originario spunto, il Billboard project è continuato in altre parti del mondo e in forme diverse, da Tokio a Mosca, da Venezia a Milano e pare, presto anche a Firenze.

chevron_left
chevron_right