Oggetti feticcio per Globetrotter. La Lomo Sardina.

Ci sono oggetti che ti trasmettono il gusto del viaggio solo a guardarli. Ti raccontano storie, ti vibrano fra le mani.

A volte sono utilissimi, a volte sono solo “oggetti”. Non hanno nessuna funzione pratica, ma al solo impatto visivo ti senti pervaso di profumi esotici, e ti viene voglia di viaggiare. Generalmente sono poche le cose che porto con me nei viaggi, preferisco comprare in giro necessaire o capi d’abbigliamento che mi possono servire al momento. Molti li regalo.

Poi ci sono delle cose di cui ti innamori, che potenzialmente potresti anche non usare, ma li vuoi. E basta. Sono “Oggetti feticcio da viaggio”.

Ogni tanto pubblicherò una recensione di alcuni di quelli che mi hanno fatto pazzamente innamorare. E ditemi un po’ se non sono bellissimi.

La Lomo Sardina

È, indubbiamente, bella. In più è Lomo, e già questo basterebbe a far vibrare le antenne ai vintage addicted. Ma facciamo tre passi indietro. I Lomolovers sicuramente la hanno già, per loro non c’è bisogno di presentazioni. Per tutti gli altri, sappiate che dopo aver letto queste poche righe non sarete più gli stessi. Lomo più che una macchina fotografica è una filosofia di vita: l’analogia per eccellenza, la fotografia creativa, emozionale. Il mondo visto da un grandangolo. Ma avremo modo di riparlarne, intanto date uno sguardo al sito della comunità Lomo, tutto in italiano.

Per chi invece ama l’effetto Lomo, ma non ha nessuna intenzione di impazzire con rullini, messa a fuoco, esposizione e sviluppo, c’è Hipstamatic, l’app per I phone che regala foto vintage e lomostyle. Per chi ha già iniziato a cimentarsi con l’arte della fotografia da tasca, Te La Do Io Firenze ha creato Insta Florence, dove pubblicare le vostre foto migliori… ovviamente su Firenze!

Share on Tumblr


Partecipa alla discussione