Il pesce a Firenze si mangia in collina

A Firenze il pesce si mangia in collina: per la precisione a due passi dalle Cave di Maiano, dove si trova una nuova realtà che in fatto di pesce fresco se ne intende davvero. 

Pur abitando da un po’ di tempo a Firenze, le mie origini marittime mi impongono una regola ferrea in fatto di cucina: il pesce buono si mangia solo al mare. Sono abituata a Mirko, che sull’insegna ha scritto: «Arrivo pesce ore 11-11.30, tempo permettendo. Se ritardo fate come volete»; va da sé che quando sono lontana da casa mi rassegno all’antipasto di terra. 

Di recente però ho scoperto che nella piccola frazione di Maiano, sul versante sud del Monte Ceceri – proprio dove si trovano le celebri cave di pietra serena – c’è un ristorante di pesce che mi ha fatto ricredere: Cave Mare. Cosa c’entra il mare con le colline? 

cave mareLa risposta me la danno Francesco, Lorenzo e Raffaele, raccontandomi che hanno inaugurato Cave Mare proprio con il desiderio di proporre ai loro clienti un’offerta diversa dal solito, in un contesto che certo non ha bisogno di presentazioni. 

Di esperienza ne hanno, eccome: l’hanno maturata con la storica Trattoria Le Cave di Maiano, prima di decidere di avviare poco più su questo ristorante di pesce: così, sulla griglia utilizzata dapprima per le bistecche, oggi si prepara uno squisito pesce alla griglia cotto sul carbone.

cave mare

L’esterno ha una deliziosa veranda, affacciata proprio sulla vallata circostante, con il Castello di Vincigliata a fare da scenografia. Il ristorante invece ti catapulta il un’atmosfera decisamente marittima: tutto è ricoperto in legno quasi a ricordare il pontile di una nave, mentre appena entrati si trova una vetrina a vista da cui scegliere il pescato del giorno. Il numero dei coperti è volutamente limitato, per mantenere l’intimità del posto anche con il locale pieno.

Sfogliare il menù è stata una sorpresa, visto che viene elaborato su prodotti stagionali e il pescato del giorno. Scopro inoltre che viene cambiato una volta al mese, anche in base al ciclo delle stagioni e del mare. Non posso che apprezzare

La cucina è semplice, volta ad esaltare il sapore del pesce fresco, ma non mancano le proposte più originali. Una parte della carta è infatti riservata all’estro dello Chef David, che propone ricette originalissime: non mi faccio intimidire dagli accostamenti peculiari, e ordino l’insalata di polpo con kiwi e schizzi di cioccolata, insieme alla carbonara di mare e a una divina catalana autunnale col tartufo nero.

Cave di maiano

A farla da padrone sono poi le crudités, dall’immancabile carpaccio alla tris di tartare, fino alle saporitissime ostriche di Bretagna. Tutto da abbinare con bollicine, pezzo forte della carta dei vini. Non mancano all’appello l’insostituibile bianco e il rosso delicato, che ci sta da Dio con i piatti proposti.

Fidati, so riconoscere l’ottimo pesce ed ora, per la prima volta, potrò dire di averlo mangiato a qualche chilometro dalla costa: chissà che non riesca a far ricredere anche i miei conterranei lupi di mare. 

 Cave Mare

Ristorante di pesce
via Cave di Maiano 18/20, 
50014 Fiesole, Firenze

Orari
Dal martedì al sabato dalle 19.30 alle 23.00
Domenica dalle 12.30 alle 14.30
Prenotazioni e info 055/599963

Pagina Facebook

Partecipa alla discussione
comments powered by Disqus