Questo concorso video combatterà l’Hiv

Contate fino a 180. Sarà questo il tempo massimo per combattere l’Hiv: torna il video-concorso “Se hai testa fai il test”, che premia i migliori cortometraggi dedicati alla prevenzione dell’Hiv. Ti spiego tutto.

Ci sono 3 minuti e mille euro in palio. E poi un messaggio, importante: fare il test anti-hiv. Da qualche anno mi capita di vedere sullo schermo del Florence Queer Festival, la rassegna di cinema lgbt ospitata all’Odeon, i corti realizzati da videomaker di tutta Italia: partecipano al concorso Se hai testa fai il test, che premia la migliore clip dedicata al tema dell’Aids, alla percezione del rischio e alla prevenzione del virus.

A dire il vero alcuni cortometraggi sono originali, altri un po’ meno. I video che si aggiudicano il primo premio spesso sono basati su un’idea semplice ed efficace. La novità dell’edizione 2013 del concorso sta soprattutto nella giuria: sarà lo stesso pubblico a decretare il vincitore.

Tutti i corti saranno proiettati in sala durante l’undicesima edizione del Florence Queer Festival, in programma dal 6 al 12 novembre 2013 al cinema Odeon, e gli spettatori saranno chiamati a votare.

Se hai testa fai il test (e un video)

Fornisco a chi di voi è pratico di telecamere e montaggi un po’ di info utili. C’è tempo fino al 15 ottobre 2013 per partecipare. L’iscrizione è gratuita.

I video, come detto, devono avere una durata massima di  3 minuti ed essere realizzati dal primo gennaio 2012 in poi. Basta compilare la scheda di iscrizione che si trova sul sito ufficiale del concorso Se hai testa fai il test e inviare il lavoro in formato dvd.

Primo premio mille euro, oltre alla possibilità di vedere il proprio lavoro proiettato nel circuito di Sale d’Essai della Toscana.

Chi ha vinto negli anni passati

Come vi ho già raccontato, nel 2012 si è aggiudicata il video-contest Serena Goracci, con il suo Peccato Originale, in cui Adamo ed Eva, prima di cogliere il frutto proibito, decidono di prendere della sane precauzioni.

L’anno scorso invece il vincitore è stato Test, un corto auto-prodotto, auto-girato e auto-recitato da Riccardo Naldini: protagonista un murales, 4 personaggi e una bomboletta spray.  Non ho avuto modo di vederlo in sala: l’ho trovato solo ora su Youtube. Devo dire che affronta un tema considerato spesso “scabroso” con toni meno pesanti del solito.

Credits foto: Stéfan (cover)

Partecipa alla discussione