5 app (gay) di cui non potete fare a meno

Le applicazioni per smartphone e iPhone diventano omosex. Guida all’universo dei mini-programmi da portare sempre con sé.

Dalle immancabili app per incontri e conoscenze omosessuali alle guide gay delle principali città, passando per le cuffie del cellulare fino a un’interessante applicazione anti-omofobia.

Non c’è che da sbizzarrirsi: negli store si trovano tantissime applicazioni friendly, ma attenti alle bufale.

Grindr

Basta uno smartphone, il GPS fa il resto: ecco il vostro gay radar portatile. E’ una delle applicazioni più scaricate per gli incontri.

Il funzionamento è semplice: non solo è possibile sbirciare tra i vari profili, ma tutti gli utenti sono anche geolocalizzati. In altre parole è possibile vedere chi è vicino a noi.

La versione base, per Android, iPhone e  BlackBerry, è gratuita. Ha avuto così tanto successo  – oltre 2 milioni di utenti attivi ogni mese – che Grindr ha iniziato a pensare a una versione etero.

Di app simili ce ne sono a bizzeffe. I cosiddetti orsi (termine che nello slang gay indica uomini più corpulenti e pelosi) possono contare sulle nutrite comunità presenti su Scruff e Growlr.

Gay Cities

Le vacanze sono finite? E’ il momento di pensare al prossimo viaggetto.

Ci sono applicazioni che accompagnano alla scoperta delle più belle città del mondo e dei loro angoli gay: club, pub, hotel e ristoranti friendly, con mappe e recensioni.

Gay Cities, ad esempio, è free e in inglese, ma è disponibile solo per iPhone. 220 le città recensite in 6 continenti (in Italia c’è solo Roma).

Tenete conto che le principali metropoli hanno singole app dedicate alla gaylife cittadina.

Gay Radio

Musica da tutto il mondo alle nostre cuffiette. Non esiste solo un’applicazione, ma una lunga lista di emittenti.

Da segnalare l’italianissima Radio Deegay, con la sua app gratuita, o la statunitense GIRL – Gay Internet Radio Live per gli amanti della dance.

E ancora le inglesi Gaydar Radio e Gaydio.

Edge Gay and Lesbian News Reader

Per tenersi aggiornati sulle notizie che riguardano la comunità lgbt bisogna conoscere un po’ di inglese. Il network web più famoso, Edge, è americano.

Con l’applicazione (free per Android e su iTunes) è possibile vedere i titoli delle news, leggere gli editoriali e vedere le foto dei fatti più importanti.

Ricordate che le principali testate lgbt in giro per il globo hanno la loro app. Basta dare un’occhiata sugli store.

Su iTunes si trova un utile aggregatore di notizie, Gay News, ma anche in questo caso dizionario di inglese alla mano!

Bashing

Per finire un’app “fuori concorso”, ma che merita di essere citata per il fine nobile che si pone. Bashing nasce in Belgio dopo una serie di atti di omofobia.

Visto che non esistono statistiche su questo odioso fenomeno, la comunità lgbt ha sviluppato un’app destinata ad Android e iPhone per segnalare gli episodi di intolleranza avvenuti a Bruxelles e dintorni su una mappa Google.

Una buona idea, da importare.

App per incontri:

Grindr, Scruff e Growlr tutte gratuite e disponibili sia per Android sia per iPhone.

Viaggi:

Gay Cities, free ma disponibile solo per iPhone.

Radio:

Radio Deegay (anche su iTunes),  Gay Internet Radio Live (anche su Google Play), Gaydar radio e Gaydio

News:

Edge (gratis anche per Android), Gay News (free solo per iPhone)

Anti-omofobia:

Bashing, gratis per iPhone  e Android

Partecipa alla discussione