I primi passi da fare per cercare lavoro in Europa

Se, come sostiene la Cgil, dovremmo aspettare il 2076 per tornare ai livelli occupazionali pre-crisi in Italia,  conviene guardare oltre confine. Alcuni consigli per iniziare a cercare lavoro in Europa.

Prima di fare i bagagli e partire con il primo volo, si può iniziare la ricerca di lavoro in Europa comodamente seduti sul divano di casa propria, soprattutto se si ha un pc, una buona conoscenza della lingua del paese scelto e un po’ di esperienza.

Portale europeo per i giovani

Il portale europeo per i giovani è dedicato a diritti e opportunità in materia di lavoro nella Comunità Europea. Si possono trovare  informazioni utili (per esempio promozione dell’occupazione, normative, procedure di assunzione, redazione del CV, permessi di lavoro) e approfondire varie tipologie di permanenza all’estero: studio, lavoro, tirocini, vacanze lavoro, alla pari, volontariato e scambi.

Il portale per cercare lavoro in Europa

Consultando il sito EURES si possono trovare informazioni utili sui paesi europei. Iscrivendosi e inserendo il proprio CV, è possibile visionare e candidarsi alle offerte di lavoro. Le proposte sono relative a diverse professioni e attività, con  varie tipologie contrattuali: tempo indeterminato, a termine o stagionale.

Il contatto potrà avvenire con un Consigliere o Referente EURES, oppure direttamente col datore di lavoro.

Cercare lavoro in Europa

Centri per l’impiego e agenzie di lavoro interinale

Come in Italia, anche nei Paesi della Comunità esistono i centri per l’impiego e le agenzie di lavoro interinale. Organizzazioni attraverso le quali cercare lavoro in Europa.

Di seguito gli indirizzi internet dei centri per l’impiego di alcuni Paesi:
FRANCIA www.pole-emploi.fr 
GERMANIA www.arbeitsagentur.de
IRLANDA www.fas.ie
SPAGNA www.inem.es

Le agenzie di lavoro interinale sono certamente più utili se ci si trova già sul posto e si cerca un lavoro di tipo stagionale. Per avere un elenco si può fare una ricerca su Google indicando il termine inglese Staffing services o quello francese intérim.

Il lavoro alla pari (au pair)

Una tipologia diversa di lavoro all’estero è il lavoro au pair. Lavorando alla pari potrete essere ospitati da una famiglia straniera. In cambio di attività di baby-sitting e alcune faccende domestiche avrete vitto, alloggio e un pocket money settimanale. 

I programmi alla pari sono considerati progetti di scambio culturale per l’apprendimento e il perfezionamento di una lingua straniera e sono regolamentati. Il lavoro può essere part time o full time, in ogni caso il contratto prevede il diritto di poter frequentare un corso di lingua e  giornate libere.

Di seguito vi segnaliamo alcuni link utili per iscriversi come giovane alla pari o famiglie ospitanti.

Inoltre per mantenersi aggiornati su tutte le opportunità riservate ai giovani e al lavoro in Europa è possibile consultare il sito internet www.eurodesk.eu.

Partecipa alla discussione