Passione enoteca. Le migliori a Firenze

Ci avevate mai pensato? Il vino è capace di generare una propria subcultura. Anche solo nominarlo, induce ad utilizzare metafore per descriverlo.

Quando ci troviamo di fronte ad un’opera d’arte, attingiamo alle nostre emozioni passate per descriverla e capirla. Così, facciamo col vino.

Da ”semplice” alimento è diventato prodotto emozionale. Parlando di lui tocchiamo tasti come la sensibilità, la percezione, l’emozione e la sensazione.

Il vino è tema di dipinti, installazioni multimediali, film.

Anche l’architettura ad alti livelli se ne occupa: pensate ad esempio al Wein Resort in Austria.

E’ ospite immancabile in momenti di convivialità quotidiana e l’Italia è probabilmente il paese dove c’è più cultura e comunicazione sul tema enologico. Libri, giornali con le loro rubriche, e infiniti corsi di educazione.

E qual è il posto più gratificante per acquistare, o dove sorseggiare, una bottiglia di vino? L’enoteca.

Una cosa che salta subito agli occhi, e che di solito accomuna fra di loro le enoteche, è la passione e l’individualità delle persone che le gestiscono. Il vino qui non è mera merce. Qui si vende quello che si ama: si mette a disposizione del consumatore sapere e competenza. Un enotecario che sa fare il suo mestiere, è quello che riesce a raccomandare, educare, appagare il cliente: è colui che sa suggerire la migliore scelta per le sue necessità.

Vi assicuro che il gioco è molto più complesso del banale abbinamento rosso/carne e bianco/pesce. L’incontro ideale nasce infatti dalla valutazione di profumi e sapori, ma anche dalla consistenza del cibo e del vino stesso.

La grandezza di un’enoteca non si misura quindi in termini spaziali, ma in quelli di grande selezione: curata e attenta alle novità e al tempo stesso agli intramontabili.

Alziamo in alto i calici, proponendovi così la Top 5 delle enoteche fiorentine. Prosit!

  • Le Volpi e l’Uva: in Piazza dei Rossi, vicino al Ponte Vecchio. Piccolissima realtà in quanto a dimensioni, ma non per il successo che riscuote. Lista di vini ricercata e di qualità.
  • Enoteca Pinchiorri: il posto di classe per eccellenza, in via Ghibellina. E’ tra le più fornite in Europa con oltre 80.000 bottiglie italiane e non.
  • Coquinarius: staff con grande passione e conoscenza, che suggerisce sempre al proprio cliente la scelta del miglior vino. In Via delle Oche.
  • Natalino: enoteca e non solo: famosissimo per i suoi aperitivi, è una vera e propria chicca. Lo trovate appena passato l’Arco di San Pierino.
  • Enoteca Bonatti: indirizzo storico e garanzia di qualità per gli intenditori del buon vino a Firenze, in via Gioberti.
Share on Tumblr


Partecipa alla discussione

Letizia Scarpino

Letizia Scarpino

Fiorentina di nascita, ma senza averne l’aria è convinta di essere stata nella sua vita passata una testimone di Geova. Questo spiegherebbe molte cose. Ormai superata la soglia dei trent’anni dedicati al rock, alla visione di film che non vede nessuno e agli stravizi, ancora non sa cosa vuole fare da grande. Evitate quindi questa domanda se la incontrate: poi non dite che non vi avevamo avvisato. Nutre un profondo odio verso i figli di papà, forse perchè non fa parte della categoria. Ama Berlino, i libri scritti con cognizione, la filmografia Horror oltre la serie B, sapere di avere sempre, purtroppo, ragione.


Leggi tutti i miei articoli