1111111

Presentato il restauro del San Ludovico di Donatello. Preludio a una grande mostra nel 2013

Questa mattina è stato presentato al Museo dell’Opera di Santa Croce il restauro del San Ludovico da Tolosa di Donatello, una delle opere protagoniste della mostra La scultura e le Arti a Firenze 1400-1460 che si terrà prima a Palazzo Strozzi poi al Louvre nel 2013.

Un evento importante quello della presentazione del cantiere aperto dentro il Museo dell’Opera di Santa Croce, un cantiere che analizzerà e curerà i problemi di una delle sculture più belle di Donatello.

Alto 265 centimetri con un peso che si aggira intorno ai 500 chilogrammi il San Ludovico appare in tutta la sua maestosità visto così da vicino, non più nella sua nicchia in alto nella sala dell’Ultima cena (refettorio) del Museo.

Il restauro è iniziato da poco più di un mese con le indagini preliminari che hanno permesso di identificare il metodo corretto per la pulitura che quindi inizierà in questi giorni.

L’occasione è stata perfetta per la curatrice Beatrice Paolozzi Strozzi e gli organizzatori (MiBAC, Fondazione Palazzo Strozzi, Museo del Louvre e Opera di Santa Croce) per presentare la mostra La primavera del Rinascimento. La scultura e le Arti a Firenze 1400-1460 che dopo più di tre anni di lavoro sarà protagonista nel 2013 a Firenze e a Parigi.

Il restauro promosso e finanziato dalla mostra si inserisce nell’ottica di complessità che guida il nascere di un evento di questa portata, nel quale si esplicitano anche le intenzioni che lo muovono, come dice James Bradburne direttore di Palazzo Strozzi “Creare conoscenza, contribuire a restauro e conservazione delle opere e stimolare un arricchimento e un cambiamento della sensibilità degli spettatori

Un progetto interessantissimo che vedrà arrivare a Firenze prestiti molto importanti dal Museo Boden di Berlino, dal Victoria and Albert di Londra e dalla National Gallery di Washington solo per citarne qualcuno.

Opere non solo scultoree per raccontare un periodo storico fondamentale, Filippo Lippi, Andrea del Castagno, Piero della Francesca e Masaccio sono solo alcuni dei maestri che in mostra chiariranno il rapporto fondamentale tra pittura e scultura allo sbocciare del Rinascimento.

Il restauro del San Ludovico da Tolosa, opera che Donatello creò per la Parte Guelfa perché venisse collocato in Orsanmichele, durerà molti mesi e sarà visibile in divenire al Museo dell’Opera di Santa Croce, una motivazione in più se fosse necessario, per una visita in questo Museo, scrigno di opere meravigliose tra le quali vogliamo almeno citare il Crocifisso del Cimabue, simbolo delle ferite che l’alluvione provocò alle opere d’arte fiorentine.

Il cantiere aperto si trova nel Museo dell'Opera di Santa Croce
Il restauro è affidato a Ludovica Nicolai con la direzione di Brunella Teodori (Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico e Etnoantropologico e per il Polo MUseale di Firenze)

Firenze, Piazza Santa Croce

Orario: lunedì -sabato 9:30 - 17:30
Domenica e festività cattoliche (6 gennaio, 15 agosto, 1 novembre, 8 dicembre) 13:00 - 17:30
Biglietto: intero 5.00€ ridotto 3.00€ gratuito per i residenti a Firenze e provincia

La mostra La primavera del Rinascimento. La scultura e le Arti sarà a
Palazzo Strozzi dal 23 marzo al 18 agosto 2013
Paris Musee du Louvre 23 settembre 6 gennaio 2014

Credits: Antonio Quattrone

 

Share on Tumblr


Partecipa alla discussione